BASKET

Basket. La Proger Chieti torna al successo. Superata in casa Forlì

80-73 il finale per una buona Proger. Golden 26 punti

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

54




CHIETI. Vittoria doveva essere e vittoria è stata: le Furie, dopo due sconfitte consecutive, tornano ad un soffertissimo acuto interno (80-73), nonostante le assenze di Fallucca e Zucca ed una settimana di allenamenti a ranghi a dir poco ridotti. Mattatore dell’incontro, come da programma, un immarcabile Trae Golden, autore di 26 punti ed uno strepitoso 11/16 dal campo. Comprotagonisti del nativo di Powder Springs sono Mortellaro con 17 punti e 5 rimbalzi, e Cade Davis (15). Per gli ospiti da sottolineare la prova di Pierich (18 punti), Reati, Vico (entrambi a quota 13) e Ferri (11).

Alla palla a due Chieti si presenta con Venucci, Golden, Davis, Allegretti, Mortellaro, risponde Forlì con Vico, Ferri, Reati, Crockett e Rotondo. E’ Jeffrey Crockett il primo giocatore ad andare a segno ma Allegretti non tarda a rispondere (2-2). L’avvio è piuttosto equilibrato, con entrambe le squadre che segnano con continuità ma la maggiore precisione dall’arco dei forlivesi, unita a rapide ripartenze, porta gli ospiti sul 10-16, costringendo coach Galli a chiamare time out. Per i teatini i migliori marcatori sono Golden e Davis (4 punti per entrambi) mentre per i romagnoli il top scorer è Vico, con 6 punti. Chieti esce bene dal time out e realizza dalla lunetta con Allegretti prima e Golden poi, riduce subito lo svantaggio, con Garelli che è lesto a chiedere l’interruzione del gioco (14-16). Chieti continua a macinare gioco e con la bomba di capitan Sergio ritrova il vantaggio (17-16): i canestri dal pitturato di Golden, Rotondo e Sergio faranno attestare il quarto sul 21-20 in favore dei padroni di casa. Il secondo periodo si apre con entrambi gli attacchi che stentano ad andare a segno: sarà Cade Davis il primo a realizzare ma la risposta di Crockett non tarderà ad arrivare (23-22). Il match si attesta più che mai sul filo dell’equilibrio, con Golden, primo a raggiungere la doppia cifra dopo una poderosa schiacciata, che tenta di scaldare l’ambiente (28-26). Per i biancorossi, dopo che anche Davis ha raggiunto la doppia cifra ma anche il terzo fallo, è Mortellaro a ergersi da protagonista (7 punti), a cui però risponde un indemoniato Pierich, autore di 9 punti solo nella seconda frazione. La bomba di Ferri (37-40) a due minuti dalla fine, costringerà Galli a chiamare time out. Dopo i canestri di Mortellaro e Vico, si va alla pausa lunga sul 39-42. Dopo 20 minuti i migliori realizzatori dell’incontro sono per Chieti, Golden e Davis con 10 punti mentre per Forlì, Pierich e Vico, rispettivamente con 9 e 8 punti. Alla ripresa delle ostilità il solito Golden sblocca l’attacco dei teatini ma un tripla di Pierich prima ed un canestro dalla media di Reati porta il divario tra le due squadre sul 41-47. Davis realizza dalla lunga distanza ma commette subito il quarto fallo, costringendo Galli a richiamarlo in panchina (44-47). La gara ora sembra assomigliare più ad una sfida aperta tra Golden e Pierich (17 e 15 punti) ma è un canestro di Sergio, a 05:21 dall’ultimo intervallo, a far tornare Chieti avanti (51-50) e, grazie ad una bomba di Piazza, i teatini riescono ad arrotondare il punteggio, costringendo Garelli a chiamare timeout sul 54-50, a 04:10 dalla conclusione del quarto. Chieti prova la fuga ma Vico e soci non ci stanno e, dopo un contropiede concluso con una poderosa schiacciata di Crockett (58-57), Galli è costretto a chiedere un minuto di sospensione. Vico dalla lunetta fa 1/2 ristabilendo la parità ma un gioco da tre punti di Venucci riporta i padroni di casa sul +3 (61-58) ad un minuto dalla fine del periodo. Bonaccini, per proteste reiterate, commette fallo tecnico: Golden realizza dalla lunetta e Mortellaro, con un tap in su tripla sbagliata da Venucci, riporta dopo 30 minuti Chieti sul +6 (64-58). Per i teatini strepitoso Golden (20 punti) mentre per gli ospiti ottima prova di Pierich (15 punti), ben al di sopra della propria media stagionale. L’ultimo quarto si apre subito con una sanguinosissima palla persa da Vico ma entrambe le squadre, consapevoli dell’importanza del match, sembrano ora impacciate in fase offensiva. Pierich, dopo quasi quattro minuti, riporta con una bomba il divario ad un solo possesso di distanza (64-61). Golden risponde da due ma un altro tiro dall’arco di Ferri riduce il divario a sole due lunghezze (66-64). Entrambe le squadre lottano ma Chieti, presa per mano da un ottimo Venucci, si porta sul 73-69 a 02:26 dal termine del match, con Garelli che chiama timeout. Golden da tre e Mortellaro da sotto provano a caricarsi la squadra sulle spalle ma Vico sembra essere l’ultimo ad arrendersi (77-73 a 28 secondi dal termine). Forlì commette subito fallo e Sergio dalla lunetta fa 1/2 (78-73): i fantasmi del passato sembrano riemergere dal Palatricalle ma Golden, questa sera più forte anche della malasorte che sembrava attanagliare la compagine teatina, recupera palla e realizza con un facile sottomano, concludendo di fatto l’incontro: al PalaTricalle Sandro Leombroni di Chieti è 80-73.




PROGER CHIETI - UNIEURO FORLÌ (22-20, 39-42, 64-58) 80-73


Pallacanestro Chieti: Golden 26 ( 10/12, 1/4 da 3, 3/3 ai liberi), Mortellaro 17 (6/9 da 2, 5/5 ai liberi), Clemente NE, Pizza 4 (0/1 da 1, 1/1 da 3, 1/2 alla lunetta), Allegretti 4 (1/3 da 2, 0/2 da 3, 2/2 ai liberi), Venucci 6 ( 2/2 da 2, 0/2 da 3, 2/3 ai liberi), Ippolito NE, Zucca NE, Sergio 8 (1/3 da 2, 2/4 da 3, 2/3 dalla lunetta), Davis 15 ( 4/4 da 2, 2/3 da 3, 1/3 dalla lunetta)

Forlì: Rotondo 6 (2/3 da 2, 0/1 da 3, 2/2 ai liberi, Vico 13 (6/8 da 2, 0/3 da 3, 1/1 dalla lunetta), Paolin 0, Reati 13 ( 2/7 da 2, 3/6 da 3), Ferri 11 (1/1 da 2, 3/8 da 3), bonacini 0, infante 4 (2/2 da 2), thiam 0, Crockett 9(4/4 da 2, 0/1 da 3), Pierich 18 (1/5 da 2, 4/5 da 3