IN CONSIGLIO REGIONALE

Presentata la legge per le birre artigianali abruzzesi

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

262

ABRUZZO.  E’ stata presentata da Giorgio D’Ignazio, capogruppo dell’NCD in Consiglio regionale, una proposta di Legge per l’utilizzo della definizione di “Birra Artigianale Abruzzese” e per l’istituzione della «giornata della birra abruzzese e dei percorsi della birra», ossia itinerari promossi a fini economici, culturali e turistici, strumentali alla valorizzazione e alla visibilità della birra e delle località abruzzesi in cui si trovano imprese operanti nel settore, compresi i luoghi di coltivazione delle materie prime per la produzione della birra artigianale.

Il testo prevede inoltre contributi economici della Regione per azioni di promozione economica e turistica delle imprese birrarie che aderiscono ai percorsi e per i processi di formazione professionale e culturale per gli operatori e gli addetti del settore.

«Una Legge che si propone di dare impulso alle imprese abruzzesi operanti in questo settore, sostenerle e renderle competitive a livello nazionale», ha dichiarato D’Ignazio nel corso della conferenza stampa tenuta oggi a Pescara.

«Sono sicuro che la Regione Abruzzo recepirà velocemente il testo di Legge che ho presentato e che è atteso da tutti gli operatori del settore».

Nel corso della conferenza stampa è intervenuto anche Davide Calcedonio, presidente di FederBirra Abruzzo, che ha ha parlato di un «una grande momento di sviluppo per la birra artigianale abruzzese, che già rappresenta una delle più grandi realtà del settore a livello nazionale».

«Attraverso l’istituzione della giornata e dei percorsi della birra artigianale abruzzese- ha spiegato Calcedonio- si vuole promuovere una valorizzazione assoluta della birra anche in termini di turismo e agricoltura».

a proposta di Legge prevede inoltre che, per essere distribuito con la denominazione di “birra artigianale abruzzese”, il prodotto impieghi, nel ciclo produttivo, prevalentemente cereali coltivati all’interno del territorio della Regione Abruzzo e che la procedura di maltificazione avvenga in un impianto artigianale.