IL VIDEO

Papa: «migranti Diciotti saranno integrati. I figli gay? Vanno amati»

Dossier pedofilia ex Nunzio,'si commenta da sé'

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

488

AEREO PAPALE. Il caso Diciotti e lo scandalo pedofilia in primo piano nella conferenza stampa di Papa Francesco sul volo di ritorno da Dublino. Francesco ha parlato anche di gay e di aborto. Sui migranti dice: "Se non si può integrare meglio non ricevere". Un figlio gay? "Va accolto: il silenzio non è il rimedio.

Lo riporta l’Ansa in una nota.

 

- INTEGRARE MIGRANTI E' CONDIZIONE. "Accogliere" in maniera "ragionevole", ovvero "integrare".

"La virtù della prudenza è la virtù del governante: prudenza sul numero e sulle possibilità di integrare. Il popolo che non può integrare e meglio che non riceva. Il metodo è il dialogo" ha detto con riferimento all'Europa. "Si deve continuare, le soluzioni si trovano".

- DICIOTTI. "Io non ho messo lo zampino", "lo zampino lo mette il diavolo", ha scherzato Papa Francesco parlando dell'impegno assunto dalla Chiesa italiana. "Vanno a Mondo Migliore, a Rocca di Papa, saranno accolti lì, cominceranno a imparare la lingua e ad essere migranti integrati".

- NON RIDARE MIGRANTI IN MANO A TRAFFICANTI. "Ho visto in un video che cosa succede a coloro che sono mandati indietro e che sono ripresi dai trafficanti. Mandarli indietro? si deve pensare bene, bene, bene".

 

- UN FIGLIO GAY VA SEMPRE ACCOLTO. Se un figlio rivela la sua omosessualità ai genitori, questi devono "pregare, non condannare, dialogare, capire, fare spazio perché si esprimi" perché altrimenti viene meno "la maternità e la paternità". "Mai dirò che il silenzio è un rimedio. Tu sei mio figlio, sei mia figlia, come io sono tuo padre, tua madre. Parliamo. Quel figlio ha diritto ad una famiglia e non ad essere cacciato via".

- PEDOFILIA, DOSSIER VIGANO' SI COMMENTA DA SE'. "Ho letto questa mattina quel comunicato. Dico sinceramente: leggete voi attentamente quel comunicato e fate voi il vostro giudizio. Io non dirò una parola su questo: credo che il comunicato parla da sé". Così sulla lettera dell'ex Nunzio in Usa, mons. Carlo Viganò, che accusa Papa Francesco di essere da anni a conoscenza del caso dell'ex cardinale Theodore McCarrick, condannato per pedofilia.

 

- PEDOFILIA,DOLORE E CONSOLAZIONE IN INCONTRO CON VITTIME. "Ho sofferto tanto ma credo che si doveva fare ascolto a queste otto persone" "E' stato doloroso ma c'è anche la consolazione di poter aiutare a chiarire queste cose".

 

- PEDOFILIA, DENUNCIARE MA NON GIUDIZIO SU GIORNALI. "Se ci sono sospetti o prove, o mezze prove, non vedo niente di cattivo fare una indagine, sempre che si faccia sul principio giuridico fondamentale che nessuno è cattivo se non si prova". Il Papa ha citato il caso di Granada, dove un gruppo di preti è stato accusato da un giovane ma poi scagionato dalla giustizia. "Quei preti erano stati condannati dai media prima del giudizio". Il Papa ha insistito sulla necessità di denunciare: "Quando si vede qualcosa parlare subito. Tante volte sono i genitori a coprire un abuso di un prete. Non credono, loro si convincono che non è vero".

 

- PEDOFILIA, PAPA GIUDICHERA' VESCOVO GUAM. "Sono stati giudicati parecchi vescovi. L'ultimo è quello dell'arcivescovo di Guam, ha fatto appello. Io ho deciso un passo molto difficile, quello di usare un privilegio che ho. Prendere su di me l'appello e non mandarlo al Consigli. Ho fatto una commissione di canonisti che mi aiutano, mi hanno detto che in un mese sarà fatta la raccomandazione perché io faccia il giudizio. E' un caso complicato ma non difficilissime perché le evidenze sono chiarissime. Non posso giudicare prima, giudicherò poi".

 

- ABORTO NON E' PROBLEMA RELIGIOSO. "L'aborto non è problema religioso. E' un problema umano", si tratta di capire "l'eticità di fare fuori un essere vivente".

 

- FOSSE COMUNI IN IRLANDA. Una ministra irlandese ha sottoposto al Papa l'indagine sulle fosse comuni di bimbi. "Mi ha detto: Santo Padre, noi abbiamo trovato fosse comuni, bambini sotterrati, stiamo facendo le indagini, la Chiesa ha qualcosa a vedere in questo. L'ha detto con molta educazione e con molto rispetto, l'ho ringraziata, mi ha toccato il cuore. Mi ha inviato un memo, non ho avuto tempo di leggerlo, lo studierò. Questo è un esempio di collaborazione costruttiva".