IL TAGLIO

Quercia secolare, vicesindaco incontra residenti ma avverte: albero sarà tagliato

Prossimo incontro lunedì mattina

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

568

 

 

PESCARA. Nel pomeriggio di ieri il vicesindaco di Pescara e assessore ai Lavori Pubblici Antonio Blasioli ha incontrato una delegazione dei cittadini e delle associazioni che si sono mobilitate ieri per le querce di via delle Fornaci.

Dopo la vittoria è stato il momento delle considerazioni tecniche per valutare se realmente si possa fare qualcosa per evitare il taglio. Ma la risposta, al momento, sembra negativa.

All'incontro erano presenti anche i consiglieri comunali Daniela Santroni e Tonino Natarelli e il Rup dell'intervento.

L'incontro è servito a chiarire le motivazioni per cui si è arrivati a questo punto del progetto e cioè principalmente la messa in sicurezza di una strada prevista a doppio senso anche nel piano regolatore e attualmente senza marciapiedi.

E' stato chiaro l'assessore Blasioli nel ribadire che tra la sicurezza dei pedoni e il salvataggio di una quercia, che verrà ricompensata con la ripiantumazione di altre otto piante, a prevalere è la sicurezza dell'utenza debole.

Ciò nonostante ci si è dati appuntamento a lunedì pomeriggio alle 17 per la valutazione di ipotesi che tengano conto della tutela di pedoni e ciclisti e del rispetto delle norme e in particolare dell'articolo 106 del Codice dei Contratti che prevede casi tassativi di variante al progetto che devono essere approvati dal Rup presente all'incontro.

E' stato ribadito anche sia dalle esigenze di sicurezza, sia per lo stato del procedimento, che non è possibile nessuna risoluzione del contratto.

Si attendono a questo punto proposte dalle associazioni e dai residenti per lunedì pomeriggio che contemplino il soddisfacimento di tutti questi requisiti.

«Siamo consapevoli - ha detto il vice sindaco Blasioli - che la soluzione non è facilmente a portata di mano perché oltre all'aspetto politico la decisione è anche appannaggio del Rup, ma continuiamo a lavorare affinché siano vagliate tutte le ipotesi».

«A  che serve allargare la strada via delle Fornaci solo per 20 mt, cioè il tratto dove insistono le due  quercie centenarie», domanda Loredana Di Paolo del Forum H2O.

Tra l'altro si è anche appreso  che la doppia carreggiata non potrà proseguire oltre per la presenza di un parcheggio privato di una palazzina (i cui condomini non hanno concesso lo spazio) e che non è stato espropriato per "mancanza di fondi".

«Il  vicesindaco Blasioli , a mezzo stampa», continua Blasioli, «si è giustificato dietro una presunta responsabilità dei tecnici. Falso, i tecnici rispondono alla politica cui è demandato il compito di di dare un indirizzo, di avere una visione della città. Bene reperire i finanziamenti ma poi vanno spesi per migliorare la qualità della vita dei cittadini, non per peggiorarla.

Punto quarto, una quercia di cento anni sanissima può captare fino a 185 kg di CO2 l'anno, secondo recenti studi. Oltre il valore paesaggistico quello in termini ecologici è inestimabile.

Deboli le repliche nel merito».