IMMOBILI PUBBLICI

Accordo a Chieti per nuovo polo amministrativo nell’ex Caserma Berardi

La struttura sarà riqualificata, ristrutturata ed efficientata dal punto di vista energetico

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

2673

CHIETI. E’ stato sottoscritto oggi dall’Agenzia del Demanio e dagli Enti pubblici coinvolti un piano di razionalizzazione delle sedi delle amministrazioni statali di Chieti, che prevede la realizzazione di un polo logistico-amministrativo con un risparmio a regime di canoni di locazione di oltre 2 milioni di euro l’anno per il comparto pubblico.
Con la firma di oggi, si realizza il primo esempio di abbattimento totale delle locazioni passive a carico dello Stato in un capoluogo di provincia, grazie alla rifunzionalizzazione di beni pubblici attualmente in disuso e allo scambio reciproco a titolo gratuito di immobili di proprietà dello Stato e della Provincia di Chieti.
L’accordo è stato sottoscritto dal Direttore dell’Agenzia del Demanio, Roberto Reggi, e dai rappresentanti degli Enti pubblici coinvolti, alla presenza del sottosegretario alla presidenza del Consiglio dei Ministri Graziano Delrio e del vice presidente del Consiglio Superiore della Magistratura Giovanni Legnini.
In particolare, l’accordo prevede che le amministrazioni statali interessate si impegnino a trasferirsi nel polo logistico-amministrativo che verrà realizzato all’interno della ex Caserma Berardi, di proprietà statale. L’ex Caserma sarà, così, riqualificata, ristrutturata ed efficientata dal punto di vista energetico, secondo quanto previsto dalla normativa vigente. Grazie all’applicazione del principio di reciprocità, lo Stato concederà, inoltre, a titolo gratuito, alla Provincia parte dell’Ex Ospedale Militare, in cambio della concessione di utilizzo gratuito di due immobili nella città di Chieti. Questa operazione comporterà, nel suo complesso, la chiusura di diverse locazioni passive a carico dello Stato, oltre che della Provincia e del Comune, con il conseguente abbattimento dei costi di affitto.

PROGETTO PILOTA
Si tratta di un esperimento pilota in Italia che garantisce, oltre ai risparmi per lo Stato, la riorganizzazione di funzioni e servizi a vantaggio dei cittadini anche attraverso il recupero di immobili militari dismessi.

Nel dettaglio, il Piano prevede la chiusura di 11 locazioni passive a carico dello Stato in immobili privati e 2 in beni di proprietà della Provincia e la chiusura di 1 locazione verso terzi, sostenuta dalla Provincia, per la sede della Biblioteca. Grazie all’applicazione del principio di reciprocità, lo Stato concederà a titolo gratuito alla Provincia parte dell’Ex Ospedale Militare, in cambio della concessione di utilizzo gratuito di due immobili nella città di Chieti. Nello stesso tempo, anche il Comune risparmierà la locazione passiva sostenuta fino ad oggi per la sede della Procura, che sarà ospitata in uno stabile di proprietà della Provincia. In cambio, lo Stato concederà all’amministrazione provinciale spazi a titolo gratuito nell’ Ex Caserma Berardi, da destinare a sede di una scuola.

L’accordo porterà benefici anche dal punto di vista della gestione e della valorizzazione degli immobili: l’Ex Caserma Berardi, un compendio di circa 23.000 mq situato nell’area cittadina, e gli altri immobili concessi a titolo gratuito alla Provincia, saranno ristrutturati ed efficientati dal punto di vista energetico, in conformità alla normativa vigente, e salvaguardati da condizioni di degrado e disuso. Questo è un esempio di razionalizzazione e ottimizzazione degli spazi pubblici utilizzati per i servizi ai cittadini, con notevoli risparmi dal punto di vista dei costi gestionali sugli immobili.

Per il presidente della Regione, Luciano D'Alfonso, presente alla cerimonia, «si cristallizza il recupero della legittimazione dello Stato e si materializza quello che nel pensiero dei cittadini sarebbe stato obbligatorio dalla notte dei tempi», riferendosi all'assenza fino ad oggi di soluzioni. Quindi D'Alfonso, ha aggiunto di aver «ereditato patrimoni immobiliari pubblici in abbondanza ma anche tanti contratti per locazioni passive. Dobbiamo praticare questa cifra di condotta dovunque».
«Oggi è stato raggiunto un traguardo storico per la città di Chieti», ha detto invece il sindaco Umberto Di Primio. «Come annunciato questa mattina dal Sottosegretario di Stato Graziano Delrio verranno destinati 15 milioni di euro per la realizzazione di un progetto pilota che rende Chieti unica a livello nazionale, dunque, non posso che annunciare che si ritorna ad investire in città e per la città. Il Comune, dal canto suo, sarà pronto a lavorare e coordinare i lavori affinchè ogni singolo centesimo venga investito sul territorio».

Per quanto riguarda la città bassa – ha proseguito il Sindaco - «grande attenzione è stata posta nella Caserma Rebbeggiani, dove troveranno spazio la Compagnia dei Carabinieri e la Caserma di via Ricciardi al fine di centralizzare tutti i servizi offerti dai Carabinieri in favore dei cittadini di Chieti».