LAVORI PUBBLICI

Sanità/ Nuovo Pronto soccorso di Pescara, «pronto a fine 2014»

Pubblicato bando, progetto da 2 milioni di euro

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

3848




PESCARA. Entro la fine del 2014 sarà pronto il nuovo pronto soccorso dell'ospedale di Pescara.
Il progetto di ampliamento e ristrutturazione è stato presentato, questa mattina, dal manager della Asl di Pescara, Claudio D'Amario, e da Alberto Abani, direttore del pronto soccorso.
All'incontro ha partecipato anche il sindaco di Pescara Luigi Albore Mascia. La scelta di ristrutturare l'Unita' operativa di pronto soccorso e' legata non solo alla necessita' di adeguare la struttura alle nuove normative in materia sanitaria, ma anche al bisogno di rispondere alle esigenze degli operatori sanitari e alle aspettative dei pazienti. Inoltre la nuova struttura nasce anche dall'esigenza di riorganizzare il punto di accesso diretto tra ospedale e rete viaria e dalla necessità di dare una nuova collocazione alla camera calda, luogo di arrivo delle ambulanze, che verrà costruita ex novo.

L'area di circa 2.700 metri quadri in cui si inserisce il progetto è attualmente occupata da locali di interconnessione e da stanze poco utilizzate. Precisamente la nuova struttura sorgerà nei pressi dell'attuale accettazione. L'importo del progetto e' di 2 milioni e 180 mila euro. Il bando è stato pubblicato il 10 maggio scorso.
La consegna dei lavori, la cui durata dovrà essere di 365 giorni, è prevista entro la fine del 2013. Nello specifico, il nuovo pronto soccorso prevede, tra l'altro, una zona diagnostica per immagini, un'area per l'attesa, diversi ambulatori, studi medici, la Shock Room, la farmacia, il posto di polizia, la sala lutti. Prevista anche una zona dedicata alla traumatologia, all'osservazione breve intensiva e al soccorso pediatrico.
«Questo progetto - ha detto il manager D'Amario - è importante perchè il pronto soccorso di Pescara registra oltre 100mila accessi all'anno. La nostra struttura - ha proseguito - governa e accetta il 100 per cento delle emergenze pediatriche e il 75 per cento delle emergenze regionali, quindi, c'è necessità di creare un percorso che possa garantire anche queste attività. All'interno del nuovo pronto soccorso, tra l'altro, opererà un 'trauma team' specializzato per le grandi emergenze. Inoltre, tra pochi mesi, si affiancherà a questa struttura la grande rianimazione, un'area di circa 1.200 metri quadri, dedicata alla rianimazione adulta e pediatrica, agli espianti e all'assistenza psicologica. Si sta quindi delineando un percorso di grande eccellenza nell'ambito dell'emergenza regionale e nazionale». 


«Siamo il pronto soccorso più grande della nostra regione - ha sottolineato Albani - e uno dei più grandi in Italia. La nuova struttura - ha aggiunto - garantirà una maggiore efficienza ed efficacia e, soprattutto, una logistica migliore. Abbiamo molto curato gli spazi dedicati all'attesa. E' prevista, ad esempio, una sala riservata solo ai bambini. Il nuovo pronto soccorso ci consentirà una migliore gestione dell'utenza».
«La nuova struttura - ha commentato il sindaco Mascia - potrà porre fine alle lacune dell'attuale pronto soccorso, peraltro già migliorato negli ultimi anni rispetto al passato».
Il primo cittadino ha anche evidenziato la «notevole collaborazione tra gli enti pubblici» e la rapidità dell'iter amministrativo: «c'è stata in consiglio comunale - ha detto - una convergenza molto ampia che ha portato all'approvazione della deroga al piano regolatore per l'aumento di volumetria necessario per realizzare il progetto. Così in tempi rapidi abbiamo fornito alla Asl tutti gli atti amministrativi necessari per il nuovo pronto soccorso».