Si tratta di una domanda che spesso si pone chi sta notando un’insolita perdita di capelli, anche chiamata alopecia, che può dipendere da fattori disparati, anche se la causa più gettonata è quella androgenetica. Anche le donne vengono colpite da alopecia, soprattutto nel periodo post-partum.

Ogni giorno si possono perdere un certo numero di capelli, ma quale quantità è considerata normale?

Sintomi e trattamento della perdita di capelli

Alcuni disturbi e malattie possono interrompere il normale ciclo di crescita dei capelli, causando la perdita dei capelli (chiamata alopecia).

Una persona media ha da 100.000 a 150.000 capelli sul cuoio capelluto in qualsiasi momento.

I capelli crescono al ritmo di circa mezzo pollice al mese e, in media, ci si può aspettare di perdere fino a 100 ciocche al giorno. Se si perde più del numero medio di capelli, si possono notare capelli più sottili, una stempiatura, calvizie parziale o anche calvizie totale. Questo perché stai perdendo i capelli più velocemente rispetto al tempo che normalmente impiega il nostro corpo per stimolare la ricrescita.

Se stai sperimentando la perdita di capelli, consulta il tuo medico curante o dermatologo. Ci sono diversi trattamenti medici e chirurgici disponibili che possono aiutare a fermare il processo di perdita dei capelli e recuperare i tuoi capelli naturali.

Come funziona il ciclo di crescita dei capelli

I tuoi capelli sono composti da due strutture: ciò che è visibile sopra il cuoio capelluto (il fusto) e ciò che non è visibile sotto di esso (il follicolo). Il follicolo produce una proteina chiamata cheratina, che costituisce tutti i tuoi capelli.

Mentre le vecchie cellule di cheratina muoiono e ne vengono prodotte di nuove, le cellule morte vengono spinte attraverso il cuoio capelluto, permettendo ai nuovi capelli di fare capolino.

Le diverse fasi

Il ciclo di crescita dei capelli consiste di tre fasi distinte: anagen, catagen e telogen. In qualsiasi momento, ogni singola ciocca di capelli può trovarsi in una diversa fase di crescita.

La perdita dei capelli si verifica spesso quando una o più di queste fasi è interrotta da una malattia.

La fase anagen

Durante la fase anagen, la fase di crescita attiva dei capelli, le cellule dei capelli si dividono rapidamente e regolarmente. Questa fase dura tipicamente da due a sette anni. Una volta che i capelli hanno smesso di crescere, passano alla fase successiva.

La fase catagen

La fase catagen è una fase di transizione, che dura circa due o tre settimane in cui la crescita si ferma e i capelli si staccano dalla radice, viaggiando verso l'esterno del cuoio capelluto.

La fase telogen

La fase telogen è la fase di riposo, che dura da due a quattro mesi circa, in cui i capelli cadono per permettere l'inizio della ricrescita.

Per molti tipi di alopecia, è qui che iniziano i problemi, perché per cause diverse, a questa fase potrebbe non seguire più la fase di ricrescita del capello.

Women have hair loss problems

Tipi di perdita di capelli

Ci sono diversi modi in cui le persone possono perdere i capelli, ma i tipi più comuni di perdita di capelli sono:

  • Alopecia involutiva: un disturbo che fa sì che i capelli si assottiglino gradualmente con l'età. Questo fa sì che un numero maggiore di follicoli piliferi vada in fase di riposo (telogen), mentre i capelli rimanenti diventano più corti e meno numerosi.
  • Alopecia androgenetica: si tratta di una malattia genetica di perdita di capelli che può colpire sia gli uomini che le donne. Gli uomini possono sperimentare l'alopecia androgenetica (conosciuta anche come “calvizie maschile”) già nella loro adolescenza o nei primi 20 anni. Gli uomini con questa malattia possono notare una stempiatura e un graduale diradamento dei capelli intorno alla corona della testa e la parte anteriore del cuoio capelluto.
  • Perdita di capelli post-partum: si sperimenta, generalmente, nel periodo immediatamente successivo alla gravidanza, ma è un fenomeno passeggero dovuto allo sbalzo di ormoni. Passerà automaticamente alcuni mesi dopo la gravidanza.

Cause della perdita di capelli

Perdere circa 100 capelli del cuoio capelluto ogni giorno è del tutto normale. Quando si verifica la perdita dei capelli, si stanno semplicemente perdendo più velocemente del normale, più velocemente di quanto il corpo possa produrre nuovi capelli. Ci sono molte possibili cause di perdita di capelli, tra cui:

  • Invecchiamento;
  • Sbalzi ormonali;
  • Fumo;
  • Ereditarietà (calvizie maschile);
  • Trattamenti medici, come la chemioterapia;
  • Mancanza di sonno;
  • Assunzione di troppe o poche vitamine o minerali;
  • Carenza di ferro;
  • Gravidanza;
  • Stress;
  • Forti traumi.

Opzioni di trattamento per la perdita dei capelli

Se stai sperimentando la perdita di capelli, ecco qualche suggerimento utile sulle opzioni di trattamento disponibili. Alcune mirano a trattare le cause, come una carenza di vitamine o di ferro. Spesso vengono utilizzati più farmaci o procedure insieme per trattare più efficacemente il tuo caso specifico.

Nel caso di calvizie causata dell'invecchiamento o dell'ereditarietà, è possibile prevenire il peggioramento della perdita di capelli, con vari interventi chirurgici o farmaci che possono aiutare a far ricrescere i capelli.

I trattamenti chirurgici per la perdita dei capelli includono:

  • Trapianto di capelli: una procedura in cui i capelli vengono prelevati dalla parte posteriore del tuo cuoio capelluto e trapiantati nelle aree calve;
  • Riduzione del cuoio capelluto: un trattamento chirurgico in cui le parti del cuoio capelluto colpite dall'alopecia vengono rimosse e le aree più sane vengono allungate al fine di aumentare l'aspetto di una testa di capelli più piena;
  • Espansione dei tessuti: allungare il cuoio capelluto per un periodo di tempo. Queste aree allungate possono poi essere espanse per coprire più del cuoio capelluto, con il risultato di un aspetto più pieno.

About the Author

Laura

Curiosa e competente, la nostra laureata in comunicazione e redattrice da più di 8 anni a primadanoi.it, ha già al suo attivo più di 100 progetti. Esperta e appassionata, usa le sue dieci dita magistralmente per redarre i suoi articoli.