Qual è la dimensione media del pene in Italia?

A quanto pare la questione delle misure rimane sempre molto quotata, e si fa beffa dei cambiamenti. Il tempo passa, ma la domanda sulle dimensioni rimane.

Un nuovo studio mostra le dimensioni medie del pene in tutto il mondo: sembra che il Regno Unito, gli Stati Uniti, la Francia e la Germania siedano tutti a metà classifica, con dimensioni del pene entro che variano tra 12,9 e 14,7 centimetri. L’Italia si trova leggermente al di sopra della media europea, con una media tra i 14.7 e i 16.10.

Se vi state chiedendo chi è coinvolto nella lotta per la retrocessione, si tratta dell'India e di paesi come la Thailandia e la Malesia. Sono quelli dalle dimensioni più ridotte o i più onesti, naturalmente.

Per quanto riguarda il più grande, sembra che l'Africa occidentale sia la regione del mondo meglio dotata con una media tra i 16,1 e i 17,9 centimetri.

Per ricapitolare:

Tra i 12,9 e i 14,7 centimetri troviamo:

  • Stati Uniti d'America;
  • Francia;
  • Germania;
  • Regno Unito;
  • Spagna.

Mentre tra i 14,7 e i 16,10 centimetri troviamo:

  • Australia;
  • Italia;
  • Norvegia;
  • Messico;
  • Sudafrica.

Come sono gli italiani rispetto al resto del mondo

Migliorare la sessualità maschile con integratori naturali: Sesso più intenso, potente e una migliore resistenza
Consulta questa guida

Come sono gli italiani rispetto al resto del mondo?

Innanzitutto, cominciamo col dare qualche suggerimento sulla misurazione del pene.

Per prima cosa, dovrà essere eretto. Poi prendete un righello e spingete l'estremità nel vostro pene, con attenzione! Misurate il pene dalla base alla punta del glande.

La maggior parte degli uomini tende a credere di avere un pene più piccolo della media, e c'è una certa distorsione della realtà. Alla luce di questo, è molto importante ricordare che le dimensioni del pene non sono un sostituto o un surrogato del vostro grado di mascolinità e che la maggior parte dei peni di tutto il mondo hanno più o meno le stesse dimensioni.

Gli italiano sembrano essere molto bene dotati, secondo le indagini. Sembra che le misure del pene siano superiori rispetto a molti paesi europei, e che siano sopra la media di diversi cm.

Dunque, non sembra essere solo una leggenda o un luogo comune sugli italiani, ma la questione sembra avere delle basi credibili.

Registri internazionali delle dimensioni del pene

Molte persone provano ansia pensando che il proprio bene non sia abbastanza grande e che possa non soddisfare un partner sessuale. Questo può influenzare l'autostima e l'immagine di sé. Spesso, tuttavia, queste paure sono infondate.

Secondo una ricerca del 2019 la maggior parte degli uomini crede che la lunghezza media di un pene eretto sia di circa 15,2 centimetri. In realtà, la media globale è molto più bassa.

Mentre le dimensioni variano ampiamente, la lunghezza media è probabilmente 12,9-13,97 cm, e molto probabilmente tende più verso l'estremità più piccola di questa scala. Anche se i risultati variano leggermente, la maggior parte degli studi stima che la media sia all'interno di questo intervallo.

Nel 1996, gli esperti hanno condotto uno studio che ha portato a una serie di linee guida per capire se ci si trova nella condizione di aver bisogno di un intervento chirurgico per l'ingrandimento del pene.

Lo studio ha preso in considerazione le dimensioni di 50 uomini dopo le erezioni indotte da farmaci.

I ricercatori hanno evidenziato che la dimensione media del pene era di 8,8 cm a riposo e 12,9 cm da eretto.

Lo studio ha anche mostrato che le dimensioni del pene eretto di una persona non erano correlate alle dimensioni del pene a riposo. In altre parole, un pene può avere lunghezze diverse quando è a riposo, ma simili quando è eretto.

I ricercatori hanno aggiunto che: “Ad avere bisogno di un eventuale intervento di allungamento del pene, solo quelle persone con una lunghezza inferiore a 4 cm a riposo o di 7.5 cm in erezione.” In caso contrario, nessuno dovrebbe preoccuparsi.

Dimensioni del pene: le partner se ne preoccupano?

Alcuni uomini si preoccupano per le dimensioni del loro pene che spesso pensano non essere all’altezza.

Tuttavia, alcune ricerche suggeriscono che la lunghezza del pene non è importante per molte partner femminili.

In uno studio recente, il 77% donne che hanno completato un questionario, hanno affermato che la lunghezza del pene non era importante o del tutto irrilevante, rispetto al 21% che ha dichiarato che era importante o molto importante. Le donne che hanno detto che la lunghezza è importante, hanno anche dichiarato che danno la stessa importanza alla circonferenza, e alla larghezza.

In un altro sondaggio, 45 su 50 donne universitarie sessualmente attive hanno dichiarato che la larghezza era un fattore di maggiore importanza, rispetto alla lunghezza.

Come cambia la dimensione del pene con l'età?

Qui possiamo sfatare qualche mito. Il pene inizia a crescere durante la pubertà e continua a crescere finché non termina la fase dello sviluppo. L’età dello sviluppo è molto soggettiva e cambia da persona a persona. Può iniziare prima o dopo, e concludersi a 17 per alcuni, a 21 altri, tanto per citare due numeri.

Una volta completato lo sviluppo, il pene arresta la sua crescita. Da quel momento in poi bisogna iniziare ad occuparsi del calo di testosterone che inizia dopo i 30 anni e che potrebbe causare alcuni problemi di disfunzione erettile più in là col tempo.

Impatto dell'obesità e dell'età

Impatto dell'obesità e dell'età

Nel 2015, dei ricercatori hanno pubblicato uno studio che ha coinvolto 778 maschi di età compresa tra 20 e 82 anni che frequentavano una clinica urologica.

Dopo aver indotto medicalmente un'erezione, i ricercatori hanno preso le misure, constatando che, in media:

  • La lunghezza del pene era di 12,53 cm, dalla pelle sopra l'osso pubico alla punta del pene;
  • La lunghezza del pene era di 14,34 cm dall'osso pubico alla punta del pene;
  • La circonferenza del pene era di 11,50 cm.

I ricercatori hanno anche misurato l'indice di massa corporea (BMI) dei partecipanti, che aumenta con l'obesità. C'era una debole correlazione tra un maggiore BMI e una minore lunghezza del pene in erezione quando si misura dalla pelle sopra la zona pubica, ma non quando si misura dall'osso alla punta.

Questo suggerisce che il pene appare più corto quando c'è più grasso sotto la pelle alla base visibile del pene. La perdita di peso può spesso risolvere questo problema.

I ricercatori hanno anche trovato una piccola differenza di dimensioni tra i maschi di 20 anni e quelli di 70 anni, ma la differenza era inferiore a 1 cm.

Informazioni sull'autore

Laura

Curiosa e competente, la nostra laureata in comunicazione e redattrice da più di 8 anni a primadanoi.it, ha già al suo attivo più di 100 progetti. Esperta e appassionata, usa le sue dieci dita magistralmente per redarre i suoi articoli.