Che cos'è un pene piccolo?

Un pene piccolo è un pene che si trova al di sotto della media dei centimetri, quindi al di sotto dei 12 cm. Un pene che si trova al di sotto della media standard, non va confuso con il micro pene, che è un disturbo per cui la lunghezza del pene misurata è più di 2,5 deviazioni standard sotto la media dell'età, quindi al di sotto dei 7 cm. Questa malattia viene solitamente riconosciuta poco dopo la nascita.

Le dimensioni del pene possono essere ereditarie, ma c'è un sano mix di natura e cultura in gioco. L'esposizione di una madre a sostanze chimiche come i ftalati, così come le droghe e l'alcol, può avere un impatto sulle dimensioni del pene. Ma quando un bambino nasce con un pene piccolo a causa di fattori ambientali, le dimensioni del pene sono in genere il problema medico meno urgente.

Il problema più comune relativo alle dimensioni del pene si verifica quando i bambini non producono abbastanza testosterone da soli.

Alcuni numeri

Ovviamente, la “media” varia, quindi è possibile che gli uomini possano confrontarsi con altri uomini e notare delle differenze. I dati sulla lunghezza del pene in erezione mostrano che il pene eretto “medio” più lungo è più lungo di 3 cm del pene eretto “medio” più corto. Questa è una differenza significativa che potrebbe essere facilmente riconosciuta da un partner sessuale, quindi le dimensioni possono essere importanti.

Cosa può fare un uomo se è preoccupato per le dimensioni del suo pene? Per alcuni, la rassicurazione che sono normali è tutto ciò che serve. Tuttavia, per gli uomini che sono al di sotto della media, o per quelli che hanno subito l'umiliazione di essere presi in giro, la semplice rassicurazione di essere “nella media” potrebbe non essere sufficiente ad aiutare.

micro pene

Da non confondere con il micro pene

Un pene piccolo è un pene al di sotto della media, come abbiamo detto. I bambini che nascono con un pene piccolo, se hanno carenza di testosterone, potrebbero arrivare ad avere un micro pene. Può essere difficile distinguere tra un micro pene e un pene sano nei neonati, i medici stanno migliorando la diagnosi precoce e il trattamento con terapia ormonale, prima della pubertà.

Anche se alcuni adulti meno dotati credono che questo possa significare che la terapia di testosterone li aiuterà a guadagnare qualche centimetro, si tratta solo di un trattamento che si effettua durante l'infanzia, e solo per i bambini con una diagnosi di micro pene.

Migliorare la sessualità maschile con integratori naturali: Sesso più intenso, potente e una migliore resistenza
Consulta questa guida

Cosa ne pensano le donne

Tanti studi hanno confermato che le dimensioni non sono poi così importante. Mettendo per un attimo da parte gli studi, chi conosce un minimo l’anatomia femminile, sa che non bisogna essere super dotati per soddisfare una donna.

Anche un pene piccolo può fare il suo ottimo lavoro, se utilizzato al meglio e se si sta cosa si sta facendo.

Quali sono le cause di un pene piccolo?

Le dimensioni del pene sono in gran parte responsabili del cromosoma Y. Ma gli studi suggeriscono anche che le dimensioni del pene sono uno sforzo genetico congiunto tra madri e padri. Anche se la maggior parte dei geni responsabili delle dimensioni del pene vivono lungo il cromosoma X, ci sono alcuni geni nel cromosoma Y che hanno legami con la lunghezza e le dimensioni del pene.

Il feto non ha un pene per nelle sue prime sette settimane all’interno dell'utero. A otto settimane, i genitali iniziano a svilupparsi e a differenziarsi.

Se avete qualche ricordo sulla lezione di scienze in seconda media, ricorderete che quelli a cui viene dato un cromosoma Y iniziano a sviluppare il pene. Gli scienziati non sono sicuri di quale genitore abbia più influenza sulle dimensioni del pene di un bambino. Ma considerando che i fratelli genetici possono avere dimensioni del pene molto diverse, alcuni esperti sospettano che ci sia più influenza dai due cromosomi X della madre.

Se le dimensioni provenissero interamente dal cromosoma Y, gli uomini con lo stesso padre avrebbero tutti essenzialmente le stesse dimensioni del pene. Ma poiché le dimensioni sono più probabilmente influenzate dal cromosoma X, è possibile che un figlio erediti i geni delle dimensioni del pene da un cromosoma X e uno dall'altro.

Quali sono le conseguenze di un pene piccolo?

Se un uomo sente che la sua fiducia in sé stesso o la sua autostima abbiano sofferto a causa delle preoccupazioni sulle dimensioni del pene o semplicemente vorrebbe un pene più grande, dovrebbe sapere che sono disponibili degli impianti approvati, a cui, tuttavia, si consiglia di pensare solo in caso ci sia una patologia.

Le protesi peniene fanno sì che il pene a riposo appaia più grande e aumentano drasticamente la circonferenza effettiva del pene in modo che i genitali dell'uomo appaiano più grandi. Ma, generalmente, questo tipo di intervento porta con sé diverse complicazioni, che è meglio non rischiare a meno che non ci si trovi in presenza di una malattia seria e che compromette la funzionalità del pene.

Quali sono le cause di un pene piccolo? Il complesso del pene piccolo: i peni piccoli sono giudicati male?

È importante notare che i micro peni sono relativamente rari, e le dimensioni del pene sono più spesso un indicatore di futuri problemi di salute mentale che fisica.

La maggior parte degli uomini non è soddisfatta delle dimensioni del proprio pene, come suggeriscono gli studi, e tale insoddisfazione è stata collegata alla scarsa salute sessuale e alla bassa autostima. Eppure, non ci sono prove che avere un pene piccolo abbia un impatto sul desiderio sessuale e la fertilità di un uomo, a meno che non ci sia un problema ormonale sottostante.

Il modo migliore per prevenire tali problemi è parlare di peni sani e normali con i vostri figli. Non è un compito facile, ma è fondamentale parlarne. Se i bambini non sentono parlare di anatomia, otterranno le loro informazioni da fonti meno affidabili.

Quando inizieranno ad esplorare, probabilmente finiranno col vedere dei porno. E quello che vedranno non è la norma. Discuterne può alleviare un po' dello stress e dell'ansia che avranno, ma la maggior parte dei genitori non lo fa.

Le posizioni sessuali da privilegiare

Le posizioni sessuali da privilegiare

La maggior parte delle terminazioni nervose della vulva si trovano esternamente, nel clitoride, nelle labbra e nel primo centimetro del canale vaginale. Oltre quel punto, ci sono generalmente meno terminazioni nervose, con l'eccezione del punto G e della cervice, ma quei punti rispondono di più alla pressione.

Per la maggior parte, stimolare questi punti esterni porterà all'orgasmo, quindi un pene più piccolo può facilmente offrire molto piacere con il giusto movimento e tecnica.

Per esempio, le posizioni in cui i corpi sono più strettamente connessi non solo amplificheranno la stimolazione delle zone ricche di terminazioni nervose, ma lasceranno meno spazio al pene per scivolare fuori.

Trovare la vostra posizione preferita, la più piacevole è sempre una questione di esplorazione e sperimentazione per vedere cosa funziona meglio per entrambi.

Stare sopra

1.Stare sopra può essere un’opzione: avvicinate i vostri corpi in modo da non essere troppo perpendicolari, un pene più piccolo potrebbe scivolare fuori se non siete abbastanza vicini. Muovete i fianchi avanti e indietro o provate anche qualche spirale.

In questo modo stimolerete i punti esterni della vulva e, poiché la testa del pene ha la maggior parte delle terminazioni nervose, anche voi sperimenterete le stesse sensazioni.

Porre un cuscino sotto i fianchi può offrire una sensazione di penetrazione più profonda.

Ginocchia al petto

2.Portare le ginocchia al petto (per la partner): si raccomanda di sdraiarsi sulla schiena con le gambe aperte, tirando le ginocchia verso il petto. A questo punto potrete inginocchiarvi di fronte ed entrare dall'alto. Questa posizione permette di avere un approccio diretto alla penetrazione. Inoltre, lascia spazio per la stimolazione del clitoride. Potrete anche stimolare il clitoride.

Missionario

3.Provate il missionario con una gamba sola, o anche due (per la partner): si raccomanda di sdraiarsi sulla schiena con una o entrambe le gambe sulle spalle dell’altro. Togliendo la gamba (o le gambe) di mezzo, si potrà avere una penetrazione più profonda. È anche una posizione super romantica che permette un incontro di sguardi e dei baci appassionati.

Anche in questo caso potreste inserire un cuscino per essere ancora più vicini.

Le spalle

4.Supporto sulla spalla (per la partner): considerate questa posizione come un missionario di livello successivo. Invece di avere le gambe divaricate, mettetele sulle spalle del partner. In questo modo, la penetrazione sarà più profonda e ci si potrà aggrappare alle caviglie per un maggiore sostegno.

Informazioni sull'autore

Laura

Curiosa e competente, la nostra laureata in comunicazione e redattrice da più di 8 anni a primadanoi.it, ha già al suo attivo più di 100 progetti. Esperta e appassionata, usa le sue dieci dita magistralmente per redarre i suoi articoli.