SERIE B

Buona la prima all’Adriatico. Doppio Cocco di rigore e Livorno al tappeto 2-1

Buona gara del Delfino. Decisivi 2 rigori netti. Sullo 0-0 penalty fallito dagli ospiti

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

164

Buona la prima all’Adriatico. Doppio Cocco di rigore e Livorno al tappeto 2-1

 

 

PESCARA. Buono il debutto in campionato in casa per il Pescara che batte 2-1 il Livorno e conquista i primi convinti applausi dell’Adriatico.

Due le grandi sorprese nell’undici iniziale scelto da Pillon. Out Fiorillo per guai muscolari nel riscaldamento, debutto tra i pali per il baby Kastrati. Spazio in difesa a Balzano, Gravillon, Campagnaro (che ha vinto il ballottaggio con Perrotta) e Del Grosso. Centrocampo di qualità formato da Brugman, Memushaj e Melegoni; in avanti Mancuso e Antonucci ai lati del confermato Cocco.

Nel Livorno spazio al 3-5-2 di partenza con Lucarelli che affida il compito di pungere al tandem Giannetti-Kozak. Solo panchina per Diamanti.

In avvio parecchi errori grossolani da una parte e dall’altra. Al 4’ il primo tentativo della gara è di Brugman, che dalla distanza non sorprende l’attento Mazzoni. Al 17’ Antonucci (il più vivace e imprevedibile dei suoi) illumina per Melegoni che da posizione decentrata tutto solo davanti a Mazzoni spara addosso al portiere. 2 minuti dopo è il turno di Brugman, che dai 25 metri non inquadra lo specchio della porta. Al 32’ altra buona chance per i biancazzurri, padroni del campo e dell’iniziativa, con Mancuso che a giro dalla destra manda la sfera fuori non di molto.

Al 35’ dal nulla la più limpida chance per il vantaggio è però dilapidata dal Livorno. Scriteriato intervento al limite dell’area di Gravillon e calcio di rigore per il Livorno. Dal dischetto però Giannetti sparacchia malamente a lato salvando il Delfino e spazzando via le proteste per un fallo da rigore probabilmente commesso fuori dall’area. L’episodio del penalty cambia il corso della gara, con il Livorno più coraggioso nel finale di frazione. Al 39’ Fazzi da destra costringe Kastrati al doppio difficile intervento in corner. Sugli sviluppi del tiro dalla bandierina, inzuccata di Dainelli che termina a lato.

Nella ripresa parte subito forte il Pescara e al 3’ ecco l’episodio che sblocca la partita. Questa volta l’ingenuità è di Dainelli che in piena area di rigore abbatte Balzano. Dopo le proteste degli amaranto, dal dischetto Cocco non sbaglia e porta i suoi in vantaggio 1-0.

Nubifragio sull’Adriatico e primi tentativi del Livorno per riequilibrare la contesa. Al 6’ Fazzi dalla distanza impegna Fazzi, poi un pallone vagante in area calciato da Diamanti (subentrato a Rocca) per poco non beffa la retroguardia abruzzese. Al 15’ però il Delfino chiude l’incontro con il secondo penalty di giornata, questa volta per intervento su Melegoni. Dal dischetto ancora Cocco con qualche difficoltà insacca: 2-0.

Sembra tutto in discesa per i padroni di casa, ma al 22’ il Livorno riapre la gara con Porcino, che al volo di piatto trasforma in oro un assist perfetto di Diamanti. Sbanda il Pescara ma alla mezz’ora in contropiede il neo-entrato Capone sfiora il tris con un tiro a giro deviato in corner.

Al 38’ colpo di testa di Kozak che termina sul fondo. Aumenta la pressione degli ospiti e 60 secondi dopo colossale chance creata da Kozak, che colpisce in pieno il palo di testa su bel cross di Porcino. Nel finale non succede più nulla, con il Delfino ordinato e abile in difesa.

 

PESCARA-LIVORNO 2-1 (primo tempo 0-0)

 MARCATORI: 3’e 16’st Cocco (P) su calcio di rigore; 22’st Porcino (L).

PESCARA (4-3-3): Kastrati; Balzano, Gravillon, Campagnaro, Del Grosso; Memushaj, Brugman, Melegoni (34’st Kanoutè); Mancuso (42’st Perrotta), Cocco, Antonucci (27’st Capone). A disposizione: Ciofani, Crecco, Del Sole, Elizalde, Fornasier, Kanoutè, Machin, Monachello, Scognamiglio. Allenatore: Pillon.

LIVORNO (3-5-2): Mazzoni; Gonnelli (32’st Raicevic), Di Gennaro, Dainelli; Porcino, Valiani, Luci, Rocca (13’st Diamanti), Fazzi; Kozak, Giannetti (45’pt Murilo). A disposizione: Romboli, Zima, Albertazzi, Bruno, Frick, Iapichino, Maiorino, Santini, Soumaoro. Allenatore: Lucarelli.

ARBITRO: Lorenzo Maggioni della sezione di Lecco (Soricaro-Maccadino).

NOTE: Presenti sugli spalti circa 5mila spettatori con rappresentanza ospite. Ammoniti: Gravillon, Dainelli, Memushaj, Del Grosso. Espulsi: nessuno. Al 35’pt Giannetti (L) ha fallito un calcio di rigore. recupero: 1’pt; 4’st.

 

Andrea Sacchini