SERIE B

Buon Pescara ma manca il gol. 0-0 col Cesena e altro passo avanti in ottica salvezza

Ottimo primo tempo degli abruzzesi, poi nella ripresa vince la paura di perdere

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

269

Buon Pescara ma manca il gol. 0-0 col Cesena e altro passo avanti in ottica salvezza

 

 

PESCARA. Non basta un primo tempo battagliero al Pescara per abbattere il muro difensivo eretto dal Cesena. Finisce 0-0 allo stadio Adriatico, con i biancazzurri che fanno un altro piccolo importante passo verso la salvezza.

Stante l’emergenza in difesa, Pillon conferma il 4-3-3 che bene ha fatto con Spezia e Ternana. Davanti a Fiorillo agiscono Fiamozzi, Gravillon, Perrotta e Crescenzi. A centrocampo Machin, Brugman e Valzania. In avanti fiducia al tridente composto da Mancuso e Capone ai lati di Pettinari.

Nel Cesena solo panchina per il grande ex Cascione (tra i protagonisti della splendida cavalcata verso la Serie A con Zeman), con Castori che sceglie uno speculare 4-3-3 con il trio d’attacco formato da Vita, Jallow e Dalmonte.

Primi 45 di gioco di chiara marca abruzzese, con diverse occasioni da gol create ma non finalizzate da Pettinari e compagni. All’8’ ottima discesa di Valzania, cross basso per l’inserimento di Mancuso che colpisce in pieno Fazzi. Sugli sviluppi del corner, Perrotta stacca tutto solo e costringe Fulignati al primo decisivo intervento dell’incontro.

Al quarto d’ora Valzania (migliore in campo per qualità e dinamismo) ci prova senza fortuna da fuori con il pallone che termina di poco alto. Un minuto dopo Brugman inventa per Machin che da posizione più che privilegiata manca l’impatto col pallone.

Nella ripresa entrambe le formazioni tirano i remi in barca, con grande attenzione alla fase difensiva e poco spazio all’inventiva delle punte. All’11’ sugli sviluppi di un corner Perrotta di prima intenzione non inquadra lo specchio della porta. Alla mezz’ora Valzania da distanza siderale spara alle stelle.

Nel finale dentro Baez e Bunino per dare maggiore freschezza e imprevedibilità all’attacco biancazzurro, ma succede poco o nulla, con entrambe le squadre che saggiamente si sono accontentate del punto.

 

PESCARA-CESENA 0-0 (primo tempo 0-0)

 

MARCATORI: nessuno.

PESCARA (4-3-3): Fiorillo; Fiamozzi (42’st Coda), Gravillon, Perrotta, Crescenzi; Machin, Brugman, Valzania; Mancuso (33’st Baez), Pettinari (28’st Bunino), Capone. A disposizione: Baiocco, Yamga, Elizalde, Fornasier, Cocco, Mazzotta, Carraro, Cappelluzzo, Coulibaly. Allenatore: Pillon.

CESENA (4-3-3): Fulignati; Donkor, Suagher, Scognamiglio, Fazzi; Fedele (16’st Cascione), Emmanuello, Schiavone (39’st Chiricò); Vita, Jallow, Dalmonte (16’st Laribi). A disposizione: Agliardi, Perticone, Eguelfi, Moncini, Esposito, Kupisz, Melgrati, Ndiaye. Allenatore: Castori.

ARBITRO: Daniele Chiffi della sezione di Padova (Chiocchi-Pezzuto).

NOTE: Presenti sugli spalti circa 6mila spettatori con rappresentanza ospite. Ammoniti: Suagher. Espulsi: nessuno. Recupero: 2’pt; 5’st.