SERIE B

Errori e orrori difensivi. Il Pescara regala il 4-2 al Cesena. Ora la classifica si fa dura

In vantaggio per 2 volte, il Delfino si fa riprendere e sorpassare nel finale

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

497

Errori e orrori difensivi. Il Pescara regala il 4-2 al Cesena. Ora la classifica si fa dura

 

 

CESENA.  Al termine di una gara incredibile, il solito Pescara infarcito di errori e regali difensivi regala il successo per 3-2 al Cesena.

Tra scelte tecniche e indisponibilità (ben 12), Zeman rivoluziona centrocampo e attacco. Davanti a Fiorillo, linea difensiva a 4 formata da Coda e Fornasier centrali, Zampano e Mazzotta sugli esterni. A centrocampo stringe i denti Brugman dopo i guai fisici accusati in settimana e completa il reparto insieme a Carraro e Valzania. In avanti Del Sole e Benali hanno vinto il ballottaggio con Capone e Mancuso per giocare ai lati di Pettinari. Panchina per il redivivo Stendardo.

Qualche indisponibile anche nel Cesena, con Castori che si affida a un abbottonato 4-4-1-1 con Laribi alle spalle di Jallow. Destino diverso per gli ex protagonisti della cavalcata in Serie A del Pescara di Zeman: Kone in campo dal primo minuto mentre Cascione parte dalla panchina.

Decisamente migliore l’avvio del Cesena, più aggressivo e determinato nella ricerca della profondità. Al 2’ buco clamoroso della difesa del Pescara e Dalmonte da 2 passi calcia clamorosamente sul palo, complice la decisiva deviazione di Fiorillo.

Al 22’ altra parata grandiosa dell’estremo difensore ex Sampdoria su tentativo da posizione ravvicinata di Jallow sugli sviluppi di un corner. Ritmi alti e al 31’ prima la difesa biancazzurra libera un pallone velenoso in area, poi Laribi da fuori deve ancora impegnare Fiorillo.

Al 34’ la prima vera occasione del Pescara. Brugman dal limite controlla un buon pallone e costringe Fulignati al grande intervento in corner.

Nella ripresa grande palla gol per Pettinari. Cross perfetto di Mazzotta e colpo di testa di Pettinari deviato miracolosamente in angolo da Fulignati. All’8’ è incredibile la chance dilapidata dagli ospiti. Prima Benali viene contrato da 2 passi da un difensore cesenate, poi sul proseguo dell’azione Valzania esalta nuovamente i riflessi dell’estremo difensore bianconero. Ancor più incredibile la parata di Fulignati al 9’: assist nel mezzo di Benali per Pettinari che a botta sicura non riesce a battere il portiere.

Al 17’ il migliore in campo è il protagonista in negativo della serata. Cross nel mezzo per Benali che conclude al volo e trova impreparato Fulignati nella presa: 0-1 per il Delfino.

Al 21’ la risposta del Cesena: palla per Laribi che prova il diagonale e sfiora il palo.

Al 27’ il pareggio è un altro regalo, questa volta di Zampano, che non controlla nella propria metà campo e dà il là al contropiede mortifero finalizzato da Jallow a tu per tu con Fiorillo.

Al 31’ gran giocata di Brugman in profondità e capolavoro al volo di Pettinari che consente al Delfino di tornare in vantaggio. La gara sembra in discesa per il Pescara ma al 36’ arriva il 2-2. Sugli sviluppi di un corner Laribi di testa è il più lesto di tutti ad approfittare dell’ennesima dormita della difesa di Zeman e a insaccare alle spalle di Fiorillo.

Gara incredibile e al 37’ Pettinari ha la grande occasione per il 3-2 ma all’altezza del dischetto del rigore calcia alle stelle.

Al 40’ Fiorillo salva i suoi su colpo di testa di Moncini in tuffo nel cuore dell’area di rigore. Al 43’ però lo stesso Moncini in acrobazia non sbaglia: 3-2 Cesena. Inutile la reazione del Delfino, che chiude la gara in inferiorità numerica per il rosso a Valzania per un brutto fallo a centrocampo. In pieno recupero il poker di Donkor.

 

CESENA-PESCARA 4-2

 

MARCATORI: 62' Benali (P), 72' Jallow (C), 76' Pettinari (P), 81' aut. Brugman (P), 87' Moncini; 94’ Donkor.

Cesena (4-4-1-1): Fulignati; Donkor, Esposito, Scognamiglio, Perticone (79' Moncini); Vita (62' Fazzi), Kone, Di Noia (65' Sbrissa), Dalmonte; Laribi; Jallow. All: Castori
Pescara (4-3-3): Fiorillo; Zampano (76' Crescenzi), Coda (80' Stendardo), Fornasier, Mazzotta; Valzania, Carraro, Brugman; Del Sole (84' Mancuso), Pettinari, Benali. All: Zeman

 

Andrea Sacchini