SANITA'

Asl Teramo «tagliati servizi per la prevenzione e sicurezza nei luoghi di lavoro»

La denuncia della Fp Cgil

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1662

farmaci



TERAMO. Con una comunicazione del 7 maggio il responsabile del servizio di prevenzione e sicurezza negli ambienti di lavoro della Asl di Teramo dispone, per i Tecnici della pre-venzione, di interrompere immediatamente il servizio di pronta disponibilità notturna e festivo.
La notizia viene diffusa da Amedeo Marcattili, segretario provinciale della Fp Cgil, sconcertato per l’accaduto: «la salute e la sicurezza dei lavoratori sono compiti primari del suo servizio».

Marcattili spiega che attualmente operano come tecnici solamente 5 dipendenti, «di cui uno part-time, che devono sorvegliare tutti gli ambienti di lavoro della nostra provincia, ci saremo aspettati da parte del responsabile una richiesta di nuovo personale».
La Cgil nel passato, anche recente, ha sempre criticato le varie dirigenze della Asl che su questa problematica «hanno sempre fatto orecchie da mercante».

«Come si puo’ fare tagli», domanda ancora Marcattili, «ad un servizio già sofferente per il poco personale a disposizione, non vorremmo che sia una scelta aziendale dove la salute dei lavoratori viene all’ultimo posto e la sola preoccupazione di questa Dirigenza è quella di accontentare i soliti potentati locali.
E’ vergognoso che si risparmi sulla salute dei lavoratori, facciamo appello a tutte le forze sane di questa provincia affinché si levi un grido di protesta contro una scelta scellerata, richiedendo non solo il ripristino della pronta disponibilità ma soprattutto un aumento del personale Tecnico in un servizio essenziale per la nostra comunità».
La Fp Cgil annuncia che il sindacato si batterà per «la salvaguardia e il miglioramento di un servizio dove si calcola il reale livello di civiltà di un paese, non permetteremo che la salute e la sicurezza dei lavoratori vengano scambiati, come purtroppo questa vicenda insegna, con il vil denaro».