SANITA'

Castel di Sangro: apparecchiature-gioiello nel nuovo laboratorio analisi da 300mila prestazioni l’anno

Utenti anche da Molise e Campania

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1763

Castel di Sangro: apparecchiature-gioiello nel nuovo laboratorio analisi da 300mila prestazioni l’anno




CASTEL DI SANGRO. Un nuovo laboratorio analisi, ristrutturato e messo a norma, dotato di dispositivi di elevata tecnologia e ‘ripensato’ con criteri antisismici. E’ stato inaugurato mercoledì mattina, all’ospedale di Castel di Sangro, alla presenza, tra gli altri, del presidente della Regione, Gianni Chiodi, del Manager Asl 1 Giancarlo Silveri, del Direttore sanitario aziendale, Teresa Colizza e del sindaco di Castel Sangro Umberto Murolo. I lavori di ristrutturazione hanno riguardato il complesso edilizio e gli impianti interni, con un restyling completo. I locali in cui è ubicato il laboratorio sono situati al piano terra, a fianco del pronto soccorso e sono costituiti da una superficie di circa 300 mq. Gli interventi di ristrutturazione e adeguamento hanno avuto un costo di 300.000 euro e sono durati 2 anni; sono stati attuati grazie all'accordo di programma tra la Asl 1 Abruzzo e il Comune di Castel di Sangro. I lavori di adeguamento del laboratorio hanno interessato l'intero corpo di fabbrica dell’ospedale – composto di 4 piani – con completo rifacimento del manto di copertura del presidio
Il laboratorio è diretto da Mauro Gabrielli che fa capo al Direttore del dipartimento biomedico aziendale, Umberto Occhiuzzi. Presente al ‘battesimo’ del nuovo laboratorio il direttore sanitario di presidio, Maurizio Masciulli. Tra nuovi macchinari di cui è dotato il servizio, va segnalata la qualità dell’impianto per il condizionamento degli ambienti. Il nuovo laboratorio dispone infatti di un sistema di trattamento aria che, tramite speciali filtri, immette dall’esterno aria depurata che impedisce contaminazioni. Un dispositivo che costituisce il fiore all’occhiello del servizio poiché è appannaggio di pochi ospedali abruzzesi.

300.000 PRESTAZIONI L’ANNO. UTENTI ANCHE DA CHIETI, ISERNIA E DAL NAPOLETANO
Il laboratorio effettua circa 300.000 prestazioni l’anno, con una media di circa 100 prelievi al giorno . Per la posizione strategica dell’ospedale, il laboratorio, oltre a coprire le esigenze della comunità locale, serve le popolazioni di una parte della provincia di Chieti e, fuori Regione, del comprensorio di Isernia e di alcuni Comuni del napoletano. In alcuni periodi dell’anno l’affluenza in laboratorio è particolarmente fitta a causa della presenza di numerosi turisti.
Il manager Asl, Silveri, ha ricordato che, in pochi anni, il presidio ospedaliero dei Castello è passato da una situazione molto difficile a una condizione di avanguardia. «Il riassetto del Laboratorio analisi», afferma, «sia come struttura sia come moderne attrezzature, è solo l’ultimo tassello di un processo di rilancio dell’ospedale che abbiamo avviato da tempo e che ha riguardato, 2 anni fa, il rifacimento completo del pronto soccorso e l’attivazione dell’osservazione breve (5 posti letto). Un’azione di valorizzazione di un ospedale che, per la sua posizione strategica, attrae utenti anche dalle regioni limitrofe».