RUGBY

Rugby. Scatta la seconda fase. L'Aquila per la promozione, Gran Sasso-salvezza

Le 2 abruzzesi in campo dopo la pausa delle nazionali

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

39

Rugby. Scatta la seconda fase. L'Aquila per la promozione, Gran Sasso-salvezza




ABRUZZO. Torna in campo L'Aquila Rugby Club, dopo aver vinto il girone 4 della fase territoriale. I neroverdi nella poule promozione 1 se la vedranno con Medicei, Accademia federale “Ivan Francescato”, Pro Recco, Primavera Roma e Ottopagine Benevento. L'esordio domenica 12 febbraio (ore 14:30) proprio a Firenze contro i Medicei: una partita tutt'altro che facile per il XV di Troiani e Rotilio.

Intanto il club ha risolto il rapporto con la seconda linea Fabio Flammini, che lascia la squadra per motivi di lavoro e personali, ma annuncia l'ingaggio della terza linea Michele Canulli (classe 1992, 183 cm x 104 kg). Cresciuto rugbysticamente a Terni, Canulli viene da alcune stagioni in Inghilterra dove ha militato nel Frampton Cottorell e nel Dings Crusaders, club di Bristol dal quale proviene, che milita in National Two. Un innesto grintoso per il reparto degli avanti, in vista della poule promozione che i neroverdi giocheranno fino a primavera: “Ci ha fatto subito un'ottima impressione per determinazione e disponibilità, in linea con il resto della squadra – sottolinea il direttore tecnico Vincenzo Troiani – allo stesso tempo voglio ringraziare Fabio Flammini per il contributo alla squadra nella prima fase del campionato”.

In terra toscana L'Aquila troverà probabilmente quella che sulla carta è la squadra più forte del girone, partita con un budget adeguato per l'obiettivo Eccellenza e rinforzatasi con giocatori esperti e di categoria superiore in ogni reparto: “Finalmente, dopo aver matematicamente ottenuto il passaggio a metà dicembre, giocheremo una partita che conta – è il commento di Troiani – ci sentiamo carichi e pronti a questo impegno. Abbiamo vissuto questo momento di attesa con concentrazione e voglia di prepararci al meglio. Sappiamo che sarà dura ma siamo una squadra che si batte per il proprio territorio e come quest'ultimo non vogliamo chinare il capo di fronte alle difficoltà. Questo orgoglio ci metterà allo stesso livello degli altri, vogliamo giocarci i play off”.

L'appuntamento è per il 12 febbraio al “Mario Lodigiani”, con fischio di inizio alle ore 14:30 del signor Vivarini di Padova.



POULE RETROCESSIONE PER LA GRAN SASSO. C'È GENOVA


L’Aquila 2016/01/10. Prende il via domenica alle 14.30 la poule 3 del campionato di serie a di rugby, che vedrà impegnata la Gran Sasso, pronta al debutto in trasferta allo stadio Carlini di Genova contro il CUS. I grigiorossi hanno ben lavorato in queste settimane per arrivare preparati all’appuntamento, tenendo il livello di attenzione e della preparazione altissimo, grazie agli allenamenti congiunti svolti settimanalmente con la polisportiva L’Aquila Rugby under 18 Elite e all’amichevole di lunedì con i canadesi del Saint John’s. Ieri sera gli uomini di Iannucci, Ciancarella e Vaggi si sono ritrovati per l’ultima seduta di allenamento e sabato partiranno alla volta di Genova con l’intenzione di vendere cara la pelle. Francesco Iannucci guarda a questo girone con positività: “Con questa seconda fase inizia una nuova storia per questa squadra, stiamo vivendo i play out come un’opportunità per costruire il nostro futuro. I ragazzi sanno di avere una grossa responsabilità ma stanno dimostrando con serenità una nuova confidenza con il gioco. Il girone che andiamo ad affrontare sarà equilibrato come lo è stata la prima fase e sicuramente i punti in trasferta faranno la differenza, quindi partiamo per Genova sapendo che sarà una partita difficile, ma convinti di fare una prestazione consistente con tutti i 23 giocatori per 80 min. Siamo intenzionati a ripetere la prestazione del primo tempo contro la Capitolina, sia da un punto vista del cinismo dell’attacco, che da un punto di vista della solidità difensiva”.

Anche il DG Anibaldi è fiducioso che questa inedita esperienza nella poule retrocessione, possa portare risultati positivi: “Abbiamo fiducia nello staff e negli atleti e siamo consapevoli che i tanti cambiamenti di quest’anno ci daranno nel medio termine molte soddisfazioni, anche il raggiungimento della salvezza, visto in quest’ottica ci fornisce un obiettivo concreto intorno al quale compattarci e costruire il futuro”.

Tutti disponibili i giocatori della rosa, ad eccezione di Pattuglia e Du Toit, comunque sulla via del recupero.