IN PARLAMENTO

Parlamentari abruzzesi custodi di Finanza e Tesoro eletti in commissioni: c’è anche D’Alfonso

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1188

Luciano D'Alfonso

Luciano D'Alfonso

 

 

ROMA. Camera e Senato iniziano lentamente a lavorare e a dar forma a tutti i vari organismi necessari per la piena operatività.

Sono ancora molte le nomine da fare ma ieri intanto sono stati designati i partecipanti di alcune commissioni permanenti.

In quelle di “Finanze e Tesoro” tra Senato e Camera vi sono tre abruzzesi che fungeranno da numi tutelari di una delle commissioni fondamentali che regolano e approvano i provvedimenti finanziari e lo stanziamento di fondi.

Il presidente-senatore, Luciano D’Alfonso, è stato scelto dal Partito Democratico come capogruppo nella VI Commissione del Senato, un impegno in più per il governatore incompatibile e irremovibile ma anche una occasione in più di conflitto di interessi.

Un ruolo decisivo e a tratti determinante; è, infatti, nelle commissioni che si fa il lavoro preliminare per l’approvazione delle leggi e se il consenso e la maggioranza c’è in commissione quasi certamente c’è anche nella relativa camera.

La prima riunione si terrà proprio oggi, giovedì 21 giugno alle ore 10, per procedere alla costituzione dell'Ufficio di Presidenza.

Per queste ragioni D’Alfonso oggi sarà assente dalle sue funzioni di presidente.

 

Nella omologa commissione della Camera invece è stato designato il deputato abruzzese di Forza Italia eletto nella provincia dell’Aquila,

Antonio Martino, scelto dal direttivo del gruppo azzurro alla Camera dei deputati,

come capogruppo forzista nella commissione.

La ufficializzazione dell’incarico ci sarà nel momento dell’insediamento.

«Sono lusingato della stima e della fiducia ulteriore che mi sono state riservate dai miei colleghi - spiega il deputato che di professione fa l’imprenditore. - Dopo l’indicazione nella commissione Finanze, organismo di rilievo, ero già molto soddisfatto. Naturalmente, la priorità del mio lavoro è il mio territorio, soprattutto L’Aquila e il suo circondario, ancora alle prese con la tragedia del terremoto».

 

 

E nella stessa commissione della Camera c’è anche Antonio Zennaro, portavoce M5S alla Camera dei Deputati, entra a far parte della V Commissione "Bilancio, Tesoro e Programmazione", a cui si aggiunge la nomina di membro della VI Commissione "Finanza", in sostituzione del Sottosegretario di Stato per l’Interno, Carlo Sibilia.

«Una duplice strada che mi vedrà impegnato in due commissioni chiave per il nostro territorio e per il Paese» - dichiara Zennaro - «Il cuore del processo legislativo risiede nelle commissioni, lavorerò per formulare proposte ed entrare realmente nelle questioni che riguardano la provincia di Teramo, prima di tutto per intervenire sulla legge di bilancio e sul decreto terremoto, laddove possibile».

«Per troppi anni il territorio ha subito logiche clientelari che hanno rafforzato solamente gli interessi personali dei singoli politici a Roma, portando ben pochi risultati. Come ho sempre sostenuto, il mio compito sarà quello di dare risposte concrete e incidere con gli strumenti economici e finanziari sul futuro della nostra provincia».