POLITICA

Defenestrazione a Sulmona, il sindaco sviaggia due assessori

«Iommi per motivi politici, con La Civita venuta meno fiducia»

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

367

Gasdotto Snam: sindaco di Sulmona ritira le dimissioni

Il sindaco Casini

SULMONA. Il sindaco Annamaria Casini "dimette" dall'esecutivo il vicesindaco Mariella Iommi, e l'assessore al personale e al commercio e attività produttive Cristian La Civita. Ad annunciarlo è stato lo stesso sindaco in una conferenza stampa convocata in tutta fretta, dopo la presa di posizione dell'assessore La Civita che ha imputato al sindaco la responsabilità di aver bloccato l'iter della riorganizzazione della macchina amministrativa.

«Si tratta di due motivazioni diverse - ha detto il primo cittadino spiegando le ragioni della decisione - la prima è una motivazione strettamente politica quella che riguarda il vicesindaco Iommi, perché il suo gruppo ha deciso di tirarsi fuori dalla coalizione civica per tornare nel centrodestra mentre l'assessore La Civita ha addossato al sindaco responsabilità che sono invece solo sue, facendo venire meno il rapporto di fiducia tra il sindaco e un suo assessore».

Ma le reazioni più dure sui fatti di questi giorni il sindaco le ha riservate al consigliere comunale e provinciale Mauro Tirabassi di Alleanza per Sulmona che ora invita a dimettersi anche dal ruolo che riveste nel consiglio provinciale.

«Tirabassi dalla partecipazione alla coalizione civica ha avuto solo vantaggi - ha dichiarato il sindaco - ha avuto un vicesindaco ed è stato eletto consigliere provinciale con i voti di Abruzzo Insieme, che è un movimento civico. Il suo comportamento già da qualche tempo era ambiguo e schizofrenico: il suo vice sindaco firmava delibere in giunta mentre lui su quelle delibere si asteneva o addirittura votava contro". "Ora il centrodestra se lo riprenda rottamato».