IN COMUNE

Chieti. Consiglio comunale: approvate varianti specifiche al Prg

Dal Villaggio Mediterraneo all’hotel D’Angiò alle vasche di laminazione

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

491

Studentato Chieti, studenti sfrattati dall’ex Villaggio Mediterraneo non a norma


CHIETI. Il Consiglio comune di Chieti ha approvato oggi con 17 voti favorevoli della maggioranza di centrodestra e 5 contrari della minoranza di centro sinistra la terza Variante specifica al Piano regolatore generale.

La variante recepisce 22 schede proposte da cittadini, imprenditori locali, Regione Abruzzo e dallo stesso Ufficio Urbanistico del Comune, che sono finalizzate al «miglioramento funzionale di diverse aree del territorio comunale e che riguardano prevalentemente attività edilizie di carattere residenziale».

La Variante, inoltre, permetterà di intervenire per il completamento di numerose aree a coronamento del Villaggio Mediterraneo e di completare e assegnare in proprietà al Comune di Chieti piccoli tratti stradali.

Tra le 22 schede, che possono essere considerate una sorta di ''varianti specifiche'' vi sono inoltre una proposta di progettazione specifica sull'area dell'ex hotel D’Angiò e che riguarda la demolizione e la ricostruzione dell'edificio, ormai fatiscente, per la realizzazione di una residenza per anziani.

Tra le varianti specifiche adottate vi è anche il recepimento della individuazione cartografica delle vasche di laminazione del fiume Pescara incluse nel progetto della Regione Abruzzo volto alla prevenzione del rischio esondazioni, per il quale sono in corso le approvazioni delle progettazioni esecutive e che interessano i territori di Manoppello, Rosciano, Chieti, Cepagatti.

«Esprimo soddisfazione - dice l'assessore Mario Colantonio - per un atto ampiamente discusso in Commissione Urbanistica e che ha visto la positiva condivisione della gran parte del Consiglio comunale. Rivolgo un ringraziamento all'Ufficio e ai funzionari istruttori delle pratiche. Entro 45 giorni successivi alla pubblicazione sul Bura, sara' possibile presentare eventuali ricorsi, esaminati i quali si procedera' all'approvazione definitiva della Variante».