REAZIONI E CATENE

Francavilla, si dimette l’assessore Ferri. Luciani: «non dovevi»  

Al centro della decisione, ancora una volta, il nuovo supermercato in zona Foro

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

641

Francavilla, si dimette l’assessore Ferri. Luciani: «non dovevi»  

 

 

FRANCAVILLA AL MARE. Dopo l’autosospensione di due mesi del sindaco di Francavilla al Mare,  il supermercato “Md” -che dovrebbe sorgere nei terreni adiacenti alla chiesa degli Angeli Custodi, nella zona Foro- miete un’altra ‘vittima’.

Si tratta dell’assessore Sandra Ferri (deleghe Demanio, Suap, Commercio e Agricoltura)

che ieri ha rimesso il suo incarico per evitare ogni imbarazzo, dice lei, ai Consiglieri Comunali che saranno chiamati a votare una delibera di urbanistica che riguarda in parte terreni dei suoi familiari.

L’assessore ha dunque preferito fare un passo indietro e rinunciare al suo incarico.

«Non era tenuta a farlo per legge», commenta l’autosospeso sindaco Luciani, «ma lei ha voluto evitare discussioni di ogni tipo. Fiero di averla avuta al mio fianco in questo anno e nove mesi di attività amministrativa. Grazie Sandra».

L’amministrazione comunale si appresta dunque a votare in Consiglio comunale una variante al piano regolatore che potrebbe onsentirà un importante investimento sul territorio da parte di un nome della grande distribuzione.

«Il tema ha determinato una riflessione politica accurata e in parte ancora in corso», scrive Ferri nella sua lettera di dimissioni. «Non vi sarebbero da parte mia incompatibilità di alcun tipo con la delibera e con il tema in questione ma ravviso comunque la necessità, dal momento che tra i proprietari dei terreni interessati vi sono alcuni miei familiari, di fare un passo indietro rispetto alla mia presenza nell’amministrazione, per permettere a voi tutti una riflessione serena, certa che il bene comune dei cittadini di Francavilla venga prima di ogni altra scelta».