LA SVOLTA

Demanio: salvi mille appartamenti a San Salvo Marina

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

462

Demanio: salvi mille appartamenti a San Salvo Marina

 

SAN SALVO. «Viene risolta una situazione che durava da decenni e che penalizzava non solo tutte le famiglie che avevano comprato e costruito in buona fede, del tutto ignare delle linee demaniali, e che pregiudicava anche la Città di San Salvo perché se non fosse intervenuto questo provvedimento avremmo avuto un grave pregiudizio del valore immobiliare della nostra città e per quanti avevano creduto e investito su San Salvo creando economia. Si è risolto un problema secondo giustizia ed equità una situazione che sinora nessuno aveva la volontà e l'interesse a risolvere ridisegnando la linea demaniale secondo i profili degli ingombri degli immobili».

A dichiararlo nel corso della conferenza il sindaco di San Salvo Tiziana Magnacca alla presenza del sottosegretario alla Giustizia Federica Chiavaroli e degli amministratori di diversi amministratori condominiali di San Salvo Marina, per illustrare l'emendamento alla legge 4 dicembre 2017, n. 172, che all'articolo 17 quinquies, chiarisce la sorte di oltre mille immobili sul litorale facendo cadere le diffide e la messa in mora del Demanio regionale rispetto ai proprietari che in tutto o in parte avrebbero dovuto pagare canoni pregressi e quelli futuri per migliaia di euro.

Il sindaco ha spiegato come questo «sia il risultato del lungo lavoro portato avanti da questo Comune presso la Direzione generale del Demanio a Roma e di quello regionale, per il tramite del sottosegretario alla Giustizia Chiavaroli».

In pratica è stata seguita, carte alla mano, la procedura che consentì nel 2004 di salvare il destino degli immobili a Campomarino ed avrà efficacia retroattiva per gli oneri richiesti dal Demanio con possibilità dei proprietari di poter avere piena disponibilità.

«Non si tratta di una sanatoria - ha ribadito il sindaco Magnacca - ma solo il ripristino una misura di equità e di giustizia perché chi ha acquistato non si è approfittato di nulla, e lo dimostrano tutte le autorizzazioni che hanno ottenuto. Ciò che abbiamo fatto è stato solo in difesa degli interessi dei cittadini e della nostra Città».

«Oggi è una bella giornata - ha detto il sottosegretario Chiavaroli - perché portiamo a San Salvo la soluzione di un problema annoso che riguarda più di mille abitazioni poste sul lungomare e che ricadevano in area demaniale e che rischiavano di pregiudicare la proprietà di persone che l'avevano acquistato in buona fede».

«Abbiamo risolto, grazie a un percorso virtuoso, il problema grazie al lavoro approfondito dei tecnici del Comune di San Salvo e dell'Agenzia del Demanio, grazie anche a un grande lavoro dell'Amministrazione, dimostrando che quando c'è buona volontà e capacità di studiare e di approfondire i problemi si risolvono».