UBIQUITA'

D’Alfonso, il cuore a Pescara ma il portafoglio (pubblico) a Teramo

Il presidente rigetta l’ipotesi di un Governo regionale ‘pescaracentrico’

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

940

D’Alfonso, il cuore a Pescara ma il portafoglio (pubblico) a Teramo

Ai tempi della campagna elettorale

 

 

 

ABRUZZO.  Non dite al presidente Luciano D’Alfonso che il suo è un governo "Pescaracentrico".

Non è così, assicura lui.

 

Se è vero che il suo cuore è nella città dove è stato presidente di provincia e sindaco, è altrettanto vero- ci tiene a sottolinearlo lui-  l’impegno viene profuso in tutto  il territorio, ed in particolare nel Teramano.

 

Uno ossessionato dalla Regione Pescaracentrica D’Alfonso ce l’ha in casa, ovvero il consigliere regionale Sandro Mariani che non perde occasione per ribadire il concetto e che nei mesi scorsi è stato pure richiamato dal partito per aver osato criticare l’assessore Dino Pepe .

 

Ebbene nei giorni scorsi proprio l’asse Mariani-Ginoble ha portato a casa il risultato del congresso provinciale del Pd a Teramo dove ha vinto il segretario uscente, Gabriele Minosse (con il 54% delle preferenze).

Sconfitti, dunque, lo stesso presidente D’Alfonso, l’assessore Pepe, il consigliere delegato alla Cultura, Luciano Monticelli, il presidente della Provincia, Renzo Di Sabatino che spingevano per Elvezio Zunica.

 

Ma il presidente ha chiamato Mariani per complimentarsi della vittoria?

«Credo che il telefono gli si sia esaurito per i troppi complimenti che ha ricevuto», ha detto D’Alfonso.

«L'ho incontrato all'interno della libreria Feltrinelli; ci siamo parlati a lungo. Penso che presto ci incontreremo per programmare il seguito del lavoro».

A proposito poi a quanto avrebbe dichiarato Mariani sulla Regione Pescarocentrica e sulle dimissioni di Dino Pepe, D'Alfonso ha risposto: «Queste sono cose che vanno chieste a Mariani, al migliore Mariani. Per il resto le spinte sono tutte dei territori, delle economie, dei cittadini. Noi abbiamo un programma di Governo che è tutto raccontato, addirittura c'è uno spazio digitale, laregionedicelaregionefa.it. La città e la provincia di Teramo hanno ricevuto la più grande quantità di finanziamenti, proprio adesso che il rapporto tra comune di Teramo e regione Abruzzo è all'insegna della differenza politica».

 

«La trazione pescarocentrica - ha aggiunto D'Alfonso - di sicuro c'è perché il mio cuore è conficcato a terra però sul piano finanziario la Provincia che ha ricevuto di più è quella di Teramo e ne sono profondamente contento. E spero anche di poter riprendere i miei studi a Teramo perché ho un rapporto da amante con la città di Teramo».

Su queste discussioni hanno un ruolo le elezioni politiche?

«Io se sarà possibile mi voglio candidare o consigliere comunale o consigliere di quartiere a Teramo. Questa è l'ambizione che ho», ha concluso il presidente della Regione ripetendo quando già detto nel corso della campagna elettorale per il referendum (perso).