PALLAVOLO

Sconfitta casalinga per la Sieco Ortona lotta ma non riesce a riaprire il match

I pugliesi a punteggio pieno.

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

12

Sconfitta casalinga per la Sieco Ortona lotta ma non riesce a riaprire il match

ORTONA.  Per la quinta giornata il campionato offre un grande menù in quel di Ortona.

La sfida di oggi è quella tra la Sieco Service Impavida Ortona e la BCC Castellana Grotte.

Un pensiero va alle popolazioni del Centro Italia colpite dal terremoto con l'applauso dell'intero Palasport.

Padroni di casa in campo con Pedron in regia e opposto Buchegger, schiacciatori Di Meo/Peda, al centro Simoni e Miscione, libero Toscani.

La BCC risponde con Garnica al palleggio e opposto Cazzaniga, schiacciatori Moreira e Canuto, centrali Presta/Quarta, libero Cavaccini.

Il match inizia in equilibrio precario presto rotto dalla squadra ospite. 2-4 per la New Mater.

L'azione del 2-6 è un vero e proprio spettacolo con difese da manuale per entrambe le formazioni.

Moreira alza il tiro sfruttando benissimo le mani del muro avversario.

Ortona sbaglia troppo e Castellana si porta sul 5-9. Miscione riesce finalmente a fermare Moreira e Ortona si avvicina sino al 7-9. Presta punisce al servizio e coach Lanci ferma il gioco sul 8-13.

La Sieco lotta ma è sempre a distanza di sicurezza. 12-16 in terra abruzzese. Sul 13-17 coach Lorizio chiama il primo check della gara per una palla in/out e ha ragione. Si riparte con il 12-18 sul tabellone e Quarta a sbagliare il servizio.

Cazzaniga si dimostra bomber di razza. Al servizio è una furia. Sul 13-21 Lanci chiama timeout.

E' ancora l'opposto pugliese a mettere giù fucilate e a portare i suoi ancora avanti sul 15-23.

Il primo set si chiude 17-25.

Secondo set al via…

Ortona è lì sul 4-5 ma c'è bisogno di cattiveria e grinta per mettere in difficoltà la squadra allenata da Lorizio. La BCC si dimostra cinica e pronta a sfruttare il momento di calo della Sieco (5-9).

Quando i locali giocano con la testa spaventano. Buchegger fa esplodere il Palazzetto e la panchina ospite vuole fermare il ritmo sul 7-9.

Sul 9-9 altro check chiamato dalla New Mater sempre per palla in/out.

Lorizio è un mago nelle chiamate e i suoi si ritrovano di nuovo sul +2 (8-10).

Quando gli abruzzesi si avvicinano...Cazzaniga bombarda ed è 12-15 per i suoi.

Ortona spreca e pugliesi di nuovo a scappare via. 14-18 con l'errore di Peda in attacco.

Tocca alla Sieco “vincere” la battaglia sui video check. La palla di Di Meo è dentro per un soffio e locali a -2 (17-19). Cambio in casa castellanese con Di Noia e De Santis a prelevare Garnica e Cazzaniga.

Ora in campo si lotta su ogni pallone ma gli impavidi devono ancora rincorrere ( 19-22).

Gli errori si pagano caro e la Sieco perde il secondo 20-25.

Il terzo parziale inizia con Ortona determinata. Parzialone impavido finalmente sul 7-3.

E' sempre capitan Cazzaniga a dire NO, accompagnato da un Moreira indemoniato. La gara si accende sul punteggio di 8-6. Peda non ci sta e la mette giù con tutta la rabbia possibile.

Sul 12-10 Simoni stampa Moreira. Si torna in parità con l'ace di Quarta (12-12) e ora la gara si fa interessante. Si continua a giocare ai vantaggi e senza respiro. Il 17-17 è servito ma in casa Impavida ci sono ancora tanti errori al servizio.

Scappa la New Mater sul 17-19 ma i ragazzi di coach Lanci non voglionoancora alzare bandiera bianca. Il muro di Di Meo su Cazzaniga è l'esempio e 19-20 in quel di Ortona.

Simoni a “murone” su Presta ristabilisce la parità sul 22-22.

La palla del 23-23 anima il pubblico del Palazzetto ed è nel segno di Buchegger. Il set point è una vera e propria prodezza di Janis Peda.

Canuto annulla con una bomba in diagonale, ed è lo stesso schiacciatore brasiliano a donare il match point ai suoi ( 24-25).

Peda annulla ed è 25-25. Questo è il carattere che tutti vogliono vedere! Simoni spegne la luce sulla testa di Cazzaniga ed è 26-25. Ormai è sofferenza per i cuori deboli. Di Meo regala l'ennesimo set point (27-26) ma niente da fare. Questo set continua ad essere infinito. 29-28 ora con un check a dare torto a Lorizio. 30-28 in una vera e propria bolgia.

Quarto set infuocato sin da subito. L'arbitro diventa protagonista di due fischi dubbi ma si guarda avanti in casa Impavida. 2-5 ma non si può mollare proprio ora.

Brutto dirlo ma ora la coppia arbitrale diventa troppo protagonista. Una fallo in palleggio eclatante non viene minimamente rilevato e la Sieco non ne può più (4-9). In un Palazzetto arrabbiato e con una Sieco costretta a recuperare ben 7 lunghezze ( 6-13) riprendono gli errori dei locali.

Quarta al servizio dimostra di avere fegato e regala forse l'allungo decisivo ai suoi (9-17).

Buchegger ha ancora la forza di tirare a tutta forza ma il 13-20 è troppo pesante da sostenere.

Sul 15-23 si spengono gli animi. Finisce 16-25 e la gara si chiude 1-3 per la BCC Castellana Grotte con un po' di rammarico ma con l'idea di guardare avanti.