IL FATTO

Terremoto:'nonna Peppina' ricoverata in ospedale Camerino

Da 15 giorni stava in albergo

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

305

Terremoto:'nonna Peppina' ricoverata in ospedale Camerino

Nonna Peppina

 

MACERATA.  Da ieri pomeriggio 'nonna Peppina', al secolo Giuseppa Fattori, la 95enne diventata simbolo dei terremotati, è ricoverata per accertamenti all'ospedale di Camerino.

Da una quindicina di giorni soggiornava a Polverina, in un albergo, assistita da un'amica.

La settimana scorsa si era lussata un polso. Ieri i familiari hanno chiamato il 118.

La casetta in legno, realizzata per lei dai suoi familiari e ritenuta abusiva, non è stata ancora dissequestrata. Peppina era stata costretta a vivere in albergo perché la sua casetta abusiva a Fiastra, ora sanata, ha ancora i sigilli, mentre il vecchio container dove si appoggiava è stato rimosso per evitare il sequestro.

Da mesi la donna si è battuta per mesi per restare a casa sua e non  lasciare San Martino Fiastra, voleva continuare a stare tra le sue montagne, sorvegliare la casa danneggiata dal terremoto, continuare a coltivare le sue piante. Una scelta da "resistente" che l'ha trasformata in simbolo dei terremotati. Sono, infatti, nati nel cratere comitati spontanei che si sono mobilitati per lei e hanno anche organizzato un sit-in. Anche la Regione Marche e il sindaco del paese hanno cercato di individuare un percorso di sanatoria. E la vicenda è diventata un caso politico con interrogazioni parlamentari, lettere, petizioni, con il leader della Lega Nord Matteo Salvini che ha presentato una proposta di legge ed è andato per due volte a trovare la nonnina.

 

La tenace anziana una volta "sfrattata" dal suo giardino, ha scelto di non andare a stare con la figlia a Castelfidardo, in provincia di Ancona, ma si è stabilita in un vicino container riscaldato da un termosifone elettrico.

Da quindici giorni, dopo una frattura al polso, si era spostata in un hotel, adesso il trasferimento in ospedale per accertamenti.