TELEFONIA

Telefonia, la francese Iliad sbarca in Italia con tariffe low cost

Offerta bloccate «per sempre» a 6 euro per il primo milione di clienti

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1246

Telefonia, la francese Iliad sbarca in Italia con tariffe low cost

 

ROMA. Questa mattina la Iliad di Xavier Niel presenta la sua nuova offerta mobile e lancia la sua campagna d'Italia.

I concorrenti Tim, Vodafone, Wind3 e Fastweb dovranno adeguarsi per non perdere clienti.

Ma quell del gestore francese sembra anche una battaglia a colpi di trasparenza: «gli utenti italiani di telefonia mobile subiscono da sempre la mancanza di trasparenza di un mercato caratterizzato da offerte gonfiate da costi nascosti. L’Autorità garante della concorrenza del mercato sta indagando, inoltre, l’esistenza di un possibile cartello tra gli operatori italiani. Da oggi la situazione cambia: Iliad porta verità e trasparenza».

L'offerta di punta di Iliad prevede un pacchetto di 30 giga di traffico internet 4G, con chiamate e sms illimitati verso 65 paesi, per un costo di 5,99 euro al mese (30 giorni) per sempre.

Vanno aggiunti 9,99 euro per il costo della SIM. Il ceo di Iliad Italia, Benedetto Levi, ha spiegato che sarà un'offerta rivolta ai primo milione di clienti. Per gli altri non ha fornito cifre e dettagli.

Appartenente al Gruppo Iliad, casa madre di alcuni dei principali operatori telefonici internazionali tra cui Free in Francia, Iliad Italia intende «rivoluzionare il mercato del mobile». Per quanto riguarda la copertura, Iliad è già disponibile su tutto il territorio italiano tramite il roaming effettuato sulla rete Wind Tre, mentre le proprie infrastrutture sono già disponibili a Roma e Milano.

In conferenza stampa questa mattina è stato fatto un confronto con tutti gli altri gestori ed è stato spiegato che sul mercato ci sono offerte simili, ma in 3g da parte di Kena, l’operatore low cost di Telecom Italia, e offerte mobile 4g con simili standard ma a 7 euro (Fastweb e Wind/3). Tim e Vodafone si posizionano sui 10/15 euro, con offerte premium molto più alte o pacchetti convenienti tipo Tim per i giovani (Tim Junior) da 59 euro l’anno (circa 5 euro al mese) o pacchetti tutto incluso per gli over 60 da 12 euro al mese.

L’amministratore delegato della Iliad Italia è Benedetto Levi, 29 anni, torinese. Ha vissuto a Londra e Parigi, dove ha fondato una start-up specializzata nella vendita di accessori per smartphone. Nel 2015 è entrato nell’azienda come Country Manager Italia nella start-up Captain Train, poi acquisita dal gruppo indipendente Trainline, leader mondiale della vendita on-line di biglietti ferroviari, di cui Benedetto Levi ha gestito l’ingresso e lo sviluppo in Italia.

E’ laureato in Ingegneria logistica e della produzione al Politecnico di Torino e ha conseguito un master in Management della Scuola Superiore di Commercio di Parigi (ESCP Europe).

Al lancio commerciale, Levi ha detto che le compagnie telefoniche «hanno paura di noi e fanno bene».


INVESTIMENTI

Per quando riguarda gli investimenti, Levi ha assicurato che saranno indirizzati anche per partecipare alle aste per il 5G e per potenziare la copertura su tutto il territorio nazionale.

«Non siamo un operatore virtuale ma infrastrutturale», ha infatti osservato l'amministratore delegato di Iliad Italia specificando che «stiamo sviluppando la rete fisica in tutta Italia per far arrivare il nostro segnale in tutto il Paese».

Al momento, la copertura e' «pressocche' totale, con una quota vicina al 100% del territorio italiano», garantita da accordi e contratti con altri player infrastrutturali. «La costruzione della nostra rete tuttavia e' gia' iniziata, ma ci vorranno anni per ultimarla: l'obiettivo comunque e' di sviluppare la nostra rete in tempi spediti», ha concluso Levi.

 


LA STORIA

Fondata nel 1990 dall'imprenditore francese Xavier Niel, che ne detiene il controllo con una partecipazione del 52,43% del capitale, Iliad a partire dal 2003 fornisce servizi di connessione Internet DSL in Francia.

L'anno successivo e' stata poi quotata presso la Borsa di Parigi mentre nel 2008 acquista il provider Internet Alice France da Telecom Italia per 775 milioni di euro, diventando il secondo fornitore di accesso Internet in Francia per numero di clienti, dietro a Orange. Il suo debutto in Italia e' stato deciso il 1 settembre 2016 quando la Commissione europea approvando ufficialmente la fusione di Wind e 3 Italia, ha cosi' confermato il suo ingresso come futuro nuovo quarto operatore mobile italiano.

Il prefisso utilizzato dal nuovo operatore mobile italiano sara' il 351 con blocchi di numerazione dedicati. I primi due ad essere stati assegnati sono il 3518 e 3519, a cui seguiranno blocchi 3515, 3516, 3517. Ad ogni blocco corrispondono un milione di linee.