TV

Nadia Toffa non partecipa a Iene: «provata da cure»  

In un tweet rassicura i fan: «Torno la prossima settimana»

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1020

Nadia Toffa non partecipa a Iene: «provata da cure»  


MILANO. Nadia Toffa non ha partecipato alla puntata di ieri delle "Iene" perché - ha spiegato in un tweet - è «provata»  un «bel po'» dalle cure a cui si è sottoposta.

La conduttrice ha comunque rassicurato i suoi fan che tornerà dietro la scrivania della trasmissione la settimana prossima.


«Ciao ragazzi, stasera non sarò alla conduzione del mio programma preferito, Le Iene, perchè negli ultimi giorni ho fatto delle cure che mi hanno provata un bel po' e quindi mi tocca saltare la puntata di questa domenica. Vi prometto comunque che da settimana prossima tornerò».

Due mesi fa, Toffa aveva raccontato di aver avuto un tumore, di essere stata operata e di essersi sottoposta a cicli di chemioterapia e radioterapia.

Il 12 febbraio il ritorno in tv, nel suo ruolo di conduttrice della trasmissione di Italia 1. "Ho avuto il cancro - disse - In questi due mesi mi sono curata, ho fatto chemioterapia e radioterapia dopo un'operazione, perché dei meravigliosi medici mi hanno operata e mi hanno tolto il cento per cento di questo cancro. Ho fatto una radio e una chemioterapia preventiva, perché poteva essere rimasta una piccola cellula che la tac non vedeva. Il medico mi ha guardato negli occhi e mi ha detto: se tu fossi mia figlia io farei così. C'è una data molto importante per me, che è il 6 febbraio: cinque giorni fa ho finito la radio e la chemio". Parole che hanno avuto enorme risonanza in rete, con migliaia di messaggi di solidarietà.

Nadia aveva scoperto del tumore dopo essere svenuta in un hotel di Trieste dove si trovava in trasferta per un servizio da realizzare.

Quando venne ricoverata tutta Italia si preoccupò per lei. All’inizio le notizie che si diffusero erano tragiche, solo qualche settimana dopo la Toffa ha invece svelato di non essere mai stata in pericolo di vita.

«La fortuna è stata proprio che dopo lo svenimento ho fatto un accertamento, un check-up completo». Da lì la scoperta del male e la battaglia che in qualche momento si fa più difficile.