TARTASSATI

Federcontribuenti: «le famiglie pagano ogni anno 12mila euro di spese obbligate»  

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

151

Federcontribuenti: «le famiglie pagano ogni anno 12mila euro di spese obbligate»  


ROMA. Le spese obbligate a carico delle famiglie salgono a 12 mila euro l'anno.

Lo rileva Federcontribuenti che spiega come su uno stipendio da 1.500 euro ogni mese 349 euro vanno in tasse.

Tra imposte dirette e indirette ogni 10 euro 7 vanno al governo così aumenta la fascia povera del Paese'


Il carico fiscale italiano, comprensivo di tasse, imposte e addizionali è «'totalmente sproporzionato rispetto ai redditi delle famiglie italiane. Pagando ogni sorta di contributo e tributo restano 500 euro al mese su un reddito pari a 18 mila euro l'anno e con queste 500 euro ci si dovrebbe fare la spesa, pagare gli imprevisti. Siamo totalmente fuori controllo».

Il ragionamento è semplice.

«Se alzi le tasse divori il reddito di per sé basso; significa lasciare che sempre più famiglie finiscano al di sotto la soglia di povertà. Alziamo le tasse per mantenere le famiglie a basso reddito, ma più le alzi e più il numero delle famiglie cadute in povertà aumenta».


«L'Agenzia delle Entrate deve agli italiani 12 mld di credito di imposta. Qualcuno ve lo ha detto? I contribuenti italiani», dice Federcontribuenti, «dispongono di un credito verso lo Stato del valore di 12 miliardi di euro. Una somma che dovrebbe essere utilizzata per ridurre i possibili debiti con il fisco e in alcuni casi andrebbe restituito attraverso la dichiarazione dei redditi''.

Questo dato è contenuto nel rapporto del Taxation Trends in the European Union del 2018. L’Italia risulta fra i Paesi membri che presentano il debito più alto di crediti d’imposta da pagare ai propri contribuenti: ''lo Stato italiano preferisce utilizzare il metodo Gross Method dove i crediti da pagare vengono considerati come previsioni di spesa risultando così indeducibili mentre lo Split Method comporta la deduzione del credito fino a concorrenza del debito del contribuente. Se sono soldi dei contribuenti, perché non utilizzarli per sanare i problemi economici di 5 milioni di famiglie italiane? Invece di dare a vanvera aiuti poco dignitosi?».

Qualche esempio di uso improprio di carico fiscale in Italia.

Di sola Tari -sempre secondo l’associazione- si pagano ogni anno più di 9 miliardi eppure l'emergenza rifiuti in Italia non è mai stata risolta come non si risolve il profondo rosso nel comparto sanità pur con gli aumenti a carico dei malati ( Il SSN costa all'anno 149 miliardi e mezzo ).