MEGLIO TARDI...

Banca  Etruria: 2,7 mln di multe dalla Consob. A Boschi 120mila euro

Sanzionata banca, ex Cda e sindaci,violazioni anche su prospetti

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

262

Banca  Etruria: 2,7 mln di multe dalla Consob. A Boschi 120mila euro

MILANO. Consob ha multato per 2,76 milioni di euro complessivi 33 ex consiglieri, sindaci e dirigenti della Popolare dell'Etruria e del Lazio, oltre a sanzionare la stessa banca in liquidazione, per violazioni commesse tra il 2012 e il 2014 e relative alla mancata comunicazione tempestiva di informazioni privilegiate e all'insufficienza delle informazioni fornite in vari prospetti, incluso quello sull'aumento di capitale del 2013.


La parte più cospicua delle sanzioni - per 1,12 milioni di euro - riguarda le violazioni di ex consiglieri e sindaci sulla "valutazione di adeguatezza degli investimenti". Tra i molti multati, oltre all'ex presidente dell'Etruria Giuseppe Fornasari, figura anche Pier Luigi Boschi, ex consigliere e vice presidente della popolare e padre del sottosegretario alla presidenza del consiglio, Maria Elena, che ha ricevuto nel complesso sanzioni per 120 mila euro.

La fotografia completa delle sanzioni, parzialmente anticipate in alcuni casi, è stata ufficializzata dalla Commissione di Borsa al completamento dell'iter di notifica. Nella delibera che colpisce le inadeguate informazioni in documenti o supplementi in prospetti informativi si parla di documenti del maggio 2012 e dell'aprile, giugno e dicembre 2013. In questa 'tranche' che colpisce 23 persone, Fornasari viene sanzionato per 70 mila euro, mentre papà Boschi per 40 mila euro.

Rispetto alle violazioni del Tuf (art 21) sulla valutazione di adeguatezza degli investimenti (33 sanzionati) l'allora presidente viene sanzionato per 45 mila euro, mentre Boschi per 50mila euro. Di 50 mila euro anche la sanzione per l'ex presidente del collegio sindacale Massimo Tezzon, che tra l'altro è anche ex direttore generale della Consob, come è un ex della Commissione anche un altro sanzionato, l'ex componente del Cda Claudio Salini. Sul prospetto dell'aumento 2013 la multa al presidente è di 80 mila euro, per Boschi di 30 mila euro. Da notare che le delibere Consob mettono nero su bianco dei limiti temporali in cui tutta la storia avrebbe potuto prendere altra piega, almeno per gli investitori: là dove ad esempio la Commissione sanziona la banca per "la mancata comunicazione al pubblico dei rilievi di Banca d'Italia, di cui alla sua nota del 24 luglio 2012, in merito alla gravità delle criticità riscontrate, alle osservazioni ed alle misure da adottare, nonché all'implementazione delle misure richieste dall'autorità". Oppure nel prospetto di base del 22 aprile 2013 relativo ad alcuni degli sfortunati subordinati dell'istituto.