TASSE

Pianella, ai morosi della Tari telefonate in arrivo dal Comune: «dovete pagare»  

Campagna di sensibilizzazione, sindaco soddisfatto

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

113

Comune di Pianella

Comune di Pianella

PIANELLA. Quello del recupero dell’evasione è un problema che attanaglia le pubbliche amministrazioni ed in particolare i comuni, alle prese negli ultimi anni con dei tagli continui che di fatto legano la continuità e la qualità dei servizi alla capacità dell’ente di riscuotere i tributi comunali.

Al comune di Pianella tale necessità e consapevolezza ha generato una iniziativa inedita, illustrata dal sindaco Sandro Marinelli: «abbiamo faticato non poco a riemergere dal disastro finanziario ed organizzativo ereditato dalla disastrosa vicenda Risco, ma oggi, grazie soprattutto alla collaborazione della maggior parte della cittadinanza, abbiamo raggiunto un grado di affidabilità e aggiornamento delle banche dati tributarie che ci consente un monitoraggio continuo dei flussi».

«Per tale ragione – continua il primo cittadino – a fine mese partirà una campagna di sensibilizzazione telefonica da parte del personale dell’ufficio entrate, rivolta ai contribuenti che risulteranno non in regola con il versamento della TARI per l’annualità corrente, con l’obiettivo di favorire l’adesione spontanea, migliorare il rapporto di collaborazione tra istituzioni e cittadinanza, ed evitare di far raggiungere alla posizione incagliata importi che poi sarebbero difficilmente gestibili».

«Si tratta di una possibilità – aggiunge l’assessore ai tributi Marco Pozzi – che deriva dal livello raggiunto dalle banche dati comunali, grazie alle quali gli uffici oggi possono finalmente individuare gli utenti che non hanno provveduto al pagamento dell’annualità corrente o della prima rata; vi sono situazioni nelle quali l’utente non ha ricevuto il recapito dei bollettini, o di utenze stagionali, piuttosto che di temporanee difficoltà finanziarie, che, se gestite prima dell’accertamento definitivo da parte degli uffici, possono essere sanate senza ulteriori aggravi o costi».

«L’obiettivo – conclude Pozzi - è quello di migliorare le performance delle percentuali del pagamento spontaneo, in modo da poter limitare l’oneroso riscorso alle anticipazioni di tesoreria, utilizzando i risparmi per migliorare ulteriormente i servizi».