IL FATTO

Certificati falsi, gip concede obbligo dimora allo psichiatra Gallese

Scarcerato medico tra principali indagati in inchiesta Gdf

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

109

Corruzione, frode processuale e falso: 10 arresti ad Avezzano

AVEZZANO. È stato scarcerato il medico psichiatra della Asl Avezzano L'aquila Sulmona, Angelo Gallese, uno dei principali indagati nell'inchiesta condotta dai militari del Comando provinciale della Guardia di Finanza dell' Aquila in relazione a un presunto mercato di certificati falsi.

Oltre a Gallese, tre mesi fa, erano state emesse altre nove misure di custodia cautelare nei confronti di altrettante persone responsabili a vario titolo di frode processuale, corruzione, falsità materiale ed ideologica commessa da pubblici ufficiali in atto pubblico, frode assicurativa, truffa ai danni dello Stato e favoreggiamento.

Al medico, difeso dall'avvocato Franco Colucci, è stata applicata la misura dell'obbligo di dimora ad Avezzano. Nel corso delle indagini, coordinate dal pm della procura di Avezzano, Roberto Savelli, era emerso un presunto mercato di certificati falsi finalizzati ad ottenere pensioni, permessi lavorativi che vede coinvolti tra gli altri noti politici, medici, imprenditori.

 

«La mia attività è stata male interpretata, è stata fraintesa», si era difeso Gallese dopo l’arresto. Lo psichiatra finito in manette la sera prima dell'arresto era stato ricoverato in un reparto di psichiatria a Tivoli (Roma).

Secondo l’ipotesi accusatoria era lui  la pedina chiave di un emporio per falsi certificati medici rilasciati in cambio di denaro per permessi lavorativi, ottenere pensioni e truffare le assicurazioni.

Dall’ascolto do alcune intercettazioni è emerso «il quotidiano svolgimento da parte dell’indagato di un’incessante e lucrativa attività di vendita di certificati falsi ai diversi “avventori” che, si presume, sulla base di un criminale passaparola, si avvicendavano nel suo ufficio».

Sarebbero passati di un imprenditore, un politico locale, un medico di pronto soccorso, un dipendente della multinazionale, un pluripregiudicato.