RESISTENZA

L’Aquila. Scuole comunali, a L’Aquila verificate 17 scuole su 20

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

29

Paura terremoto, «verifiche a tappeto su scuole». Ma le lezioni non vengono sospese

L'AQUILA. «In poco più di un anno abbiamo accelerato le procedure finalizzate alla verifica della sicurezza sismica degli edifici scolastici, portando a termine le indagini su ben 17 scuole primarie e dell'infanzia di competenza del Comune dell'Aquila».

Così il vicesindaco con delega alle Opere pubbliche Guido Quintino Liris rispondendo anche alle opposizioni di centrosinistra che avevano parlato di situazione drammatica in vista dell'imminenti inizio dell'anno scolastico.

«Mancano all'appello soltanto 3 istituti: dopo aver completato le verifiche sui terreni, sono attualmente in corso quelle sulle strutture. Si tratta di prove complesse che possono essere eseguite solo in assenza di alunni e insegnanti, dunque impossibili da portare a termine durante l'anno scolastico - prosegue. In totale sono 20 le scuole in questione: per la ventunesima, la scuola media Dante Alighieri, c'è un protocollo d'intesa con l'Università degli studi dell'Aquila che, effettuate le dovute verifiche e stabilito l'indice di vulnerabilità, studierà le altre relazioni per fornire un criterio uniforme di valutazione. Presto disporremo dei dati relativi a tutte le scuole: è un obbligo che ogni ente avrebbe dovuto rispettare dal 2010 in base alla normativa nazionale. L'indice di vulnerabilità, tuttavia, non definisce se una scuola sia sicura o meno. Stabilisce invece quali istituti hanno diritto per primi ad accedere a un contributo per essere ristrutturati - spiega ancora Liris - dopo il terremoto del 2009, tra l'altro, tutte le scuole sono state controllate dal Provveditorato interregionale alle opere pubbliche (ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti) e a tutte è stato rilasciato un certificato di idoneità e agibilità sismica».