ORO CHE LUCCICA

Truffa dell’oro finto: denunciate due persone

Due gioiellerie si sono accorte dell’inganno, una terza no

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

614

Truffa dell’oro finto: denunciate due persone

TERAMO. Hanno tentato di truffare tre diverse gioiellerie teramane cercando di vendere oggetti in finto oro spacciato per autentico.

Due napoletani, S.V. 56 anni e Z.S. di 55 anni per questo sono stati denunciati nella giornata di ieri dagli agenti della Squadra Mobile.

Nel corso di un controllo, i due  sono stati trovati in possesso di un bilancino di precisione e  di numerosi bracciali e collane in metallo dorato, per un peso di 250 grammi.

La merce era nascosta all’intero della loro autovettura sotto la copertura del freno a mano.

Gli ulteriori accertamenti hanno permesso di verificare che nella stessa mattinata si erano recati in tre diverse gioiellerie, chiedendo di visionare per l’acquisto i monili, spacciandoli per oggetti in oro, anche perché riproducenti il marchio 750.

In due casi la truffa non è andata a buon fine poiché le dipendenti delle gioiellerie hanno effettuato il “test con  pietra di paragone”, verificando così che sotto lo strato esterno di rivestimento in metallo dorato si celava altro.

Nel terzo esercizio la truffa stava per  andare a buon fine e non si è conclusa solo perché la dipendente della gioielleria, dopo aver pesato e valutato il prezzo dei monili, ha annunciato che avrebbe pagato con un  bonifico bancario.

Questa circostanza ha fatto desistere i due, non potendo questi ricevere il corrispettivo in contanti.

L’oro finto, se venduto spacciandolo per vero, avrebbe fruttato circa 5.000 euro.

Chiunque abbia subito truffe, tentate o consumate con le stesse modalità  può recarsi in Questura a Teramo per eventuali informazioni.