NOVITA'

Parchi di Pescara: ad Attiva, forse, la gestione e la vigilanza

Sindaco, Blasioli e Papa: «Stiamo lavorando per mettere a sistema la manutenzione del verde a partire dall’autunno»

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

108

attiva

 

PESCARA. Ieri mattina si è svolto un incontro fra i vertici di Attiva, i direttori dei compartimenti Amministrativo e Tecnico Guido Dezio e Tommaso Vespasiano, nonché i dirigenti dei settori Manutenzione, Verde Pubblico, avente a tema la manutenzione dei 54 parchi cittadini.

 

«Si tratta di una ipotesi a cui la struttura sta lavorando di affidare ad Attiva la manutenzione e gestione dei parchi – così il sindaco Marco Alessandrinie il vicesindaco e assessore al Verde Pubblico Antonio Blasioli– Allo studio c’è l’ipotesi che vorremmo partisse a breve, di un affidamento in house della gestione dei parchi cittadini che sono 54, per quanto concerne operazioni di apertura, chiusura, vigilanza, pulizia e manutenzione ordinaria del verde. Si tratta di un intervento strutturale, che ci aiuterebbe a risolvere il problema, grande, della vigilanza e ad affrontare in modo sistematico quello della manutenzione delle aree verdi. Questo sarà possibile rinvenendo fondi nel bilancio, in modo da assicurare tale servizio anche per gli anni successivi. Va così avanti la messa in rete e a sistema della manutenzione, che non diventa un’attività “spot”, condizionata dal verificarsi di emergenze e della disponibilità di risorse dedicate, ma diventa fisiologica».

 

«Si costituisce un tavolo tecnico operativo per valutare la fattibilità di questo progetto – così l’amministratore unico di Attiva Massimo Papa– Si tratta di un ampliamento dell’operatività di Attiva che, una volta verificate tutte le variabili necessarie a calibrare la qualità e la continuità del servizio, potrebbe andare a regime già il prossimo autunno. Stamane abbiamo posto le basi di un ragionamento che verrà sviluppato nelle prossime settimane perché possa diventare concreto e offrire alla città un servizio continuo e una presenza costante nelle tante aree verdi presenti in città».