L'INIZIATIVA

Il progetto: tre piccoli comuni tentano il rilancio grazie al web

L’obiettivo è evitare lo spopolamento e rilanciare l’economia locale

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

677

Il progetto: tre piccoli comuni tentano il rilancio grazie al web

ACCIANO. Tre paesi uniti per puntare sul rilancio e combattere lo spopolamento. A darsi la mano sono i comuni di Acciano, Castelvecchio Calvisio e San Benedetto In Perillis, tutti nella provincia dell’Aquila. Insieme per partecipare al progetto “Village in a bottle”. L’iniziativa prevede anche una raccolta fondi per la realizzazione di un documentario curato da Oliver Kyr, documentarista tedesco impegnato nelle tematiche ambientali. L’autore che a settembre sarà in Abruzzo per avviare le riprese, lavorerà con Martin Blake uno dei maggiori esperti mondiali di blu economy e insieme all’associazione Borghi in Comune, ispiratore del progetto.

Quest’ultimo è stato presentato nel Comune di Acciano alla presenza di tante persone e amministratori del territorio.

 

«Il video che sarà girato a settembre e poi diffuso sul Web», ha detto il sindaco di Acciano e consigliere Provinciale Fabio Camilli, «punta sul coinvolgimento emotivo delle persone, soprattutto di quelli che hanno dovuto lasciare il proprio paese per spingerli a sostenere politiche attive contro lo spopolamento e dare il loro contributo alla terra di origine».

Il video che rappresenta il punto di partenza del progetto, sfrutterà le potenzialità del Web proprio per arrivare alle tantissime persone che da questi paesi sono emigrate nel resto del mondo.

Insieme al primo cittadino di Acciano anche i sindaci Luigina Antonacci e Gianfranco Sirolli, rispettivamente alla guida di Castelvecchio Calvisio e San Benedetto in Perillis.

Al loro fianco l’associazione Borghi in Comune presieduta da Gianni Smarrelli.

 

«Oltre ai comuni che hanno aderito siamo in contatto con altre amministrazioni interessate, auspichiamo che la partecipazione sia più corale possibile», ha aggiunto Smarelli, «tanto più riusciamo a creare sinergia, tanto più forte sarà il messaggio che manderemo al mondo».

In particolare, le azioni del progetto, dovrebbero interessare anche le seconde e terze generazioni di emigranti che magari, proprio attraverso un loro coinvolgimento, possano arrivare a riscoprire la terra di origine. Alla presentazione ad Acciano hanno preso parte, tra gli altri, il commissario della comunità Montana Sirentina e Sindaco di Molina Aterno Luigi Fasciani e il consigliere Regionale Gianluca Ranieri.