IL FATTO

Mense scolastiche Montorio, «in gara anche la ditta della famiglia del sindaco»

Opposizione chiede chiarimenti

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

209

refezione mensa scuola

MONTORIO AL VOMANO. I Consiglieri Comunali di “Montorio Avanti Insieme” Andrea Guizzetti e Paolo Sacchini hanno presentato un’interrogazione urgente in merito alla gara d’appalto, mediante procedura aperta, per l’affidamento del servizio di mensa per le scuole materne, per la colonia marina e per la mensa sociale da luglio a dicembre 2019.

 

Dell’espletamento della gara d’appalto se ne sta occupando la Provincia di Teramo: entro i termini sono arrivate 6 istanze da parte di operatori economici tra cui, all’apertura dei plichi, è risultata presente anche quella della PAP SRL, di proprietà dei familiari del sindaco, e i consiglieri esprimono perplessità.

 

Il periodo del servizio, come stabilito nella gara d’appalto, doveva partire dal 1° luglio 2018, e quindi si è già in ritardo, in virtù di uno stallo della gara.

A questo punto i consiglieri chiedono di sapere  a che punto è l’iter della gara d’appalto e quali sono i tempi previsti per arrivare all’aggiudicazione definitiva. Si chiede anche se questo ritardo potrà pregiudicare il normale avvio della mensa per le scuole materne.

Domande precise anche sulla Pap Srl: «la ditta di cui il sindaco è proprietario insieme a suoi familiari ha rinunciato a proseguire o ancora è in gara? La ditta è idonea a partecipare alle successive fasi di gara in assenza di conflitto di interesse? Il sindaco sta monitorando la procedura di gara in corso? Sono stati risolti i disservizi per la mensa sociale e la colonia marina 2018 ed in che modo?»

I consiglieri chiedono al sindaco di ricevere la risposta a questa interrogazione entro i tempi previsti dal Regolamento e di convocare un Consiglio Comunale urgente, inserendo questa interrogazione come punto all’ordine del giorno.

L’importo presunto per l’intero periodo oggetto dell’appalto è di 181.600 euro (al netto dell’Iva), ottenuto considerando circa 42.000 pasti complessivi da erogare.

«Vogliamo avere notizie su di un servizio strategico e molto importante, come quello della mensa per le scuole materne, per la colonia marina e per la mensa sociale, che sarebbe dovuto partire lo scorso 1 luglio e del quale, al momento, non abbiamo tracce»,  sottolineano i Consiglieri Guizzetti e Sacchini. «Questa situazione sta infatti creando enormi disagi a tante persone, basti pensare ai disservizi sulla mensa sociale, ma più di tutto siamo preoccupati perché dall’Amministrazione comunale non arivano risposte e non vorremmo che la questione, complice l’estate, si protraesse fino a settembre, quando con la riapertura delle scuole si rischierebbe di creare un enorme disservizio, con conseguenti disagi, per tante famiglie».