LUTTO

Morto dopo l’intervento chirurgico: addio a Valter Catarra

Fino al 2014 è stato presidente della Provincia di Teramo

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

3335

Morto dopo l’intervento chirurgico: addio a Valter Catarra

Valter Catarra

 

TERAMO. Si è spento nella notte Valter Catarra, 57 anni, ex presidente della Provincia di Teramo, ricoverato da lunedì nel reparto di rianimazione cardiochirurgica dell'ospedale Mazzini, in seguito ai postumi di un intervento chirurgico programmato.

Subito dopo l’intervento sembrava fosse tutto a posto ed il decorso procedeva regolare fino a quando l’ex presidente ha avuto un arresto cardiaco.

L’evento inatteso ha costretto i medici a riportarlo in sala operatoria ed operarlo nuovamente.

Le sue condizioni però sono apparse gravissime e questa notte ha smesso di vivere.

Valter Catarra era stato Sindaco di Notaresco e poi eletto presidente della Provincia di Teramo il 7 giugno 2009 raccogliendo il 50,02% dei voti in rappresentanza di una coalizione di centrodestra.

È stato sostenuto, in consiglio provinciale, da una maggioranza costituita da PdL, lista "Al Centro per Catarra Presidente", UdC, Liberalsocialisti e MpA.

Il mandato amministrativo è scaduto nel 2014.

E' stato l’ultimo Presidente delle vecchie Province prima della riforma. Dopo l'esperienza amministrativa era tornato a svolgere il suo lavoro di collaboratore scolastico, nella sede dell' ufficio scolastico provinciale a Teramo.

«Apprendo con dolore della prematura scomparsa dell’ex presidente della provincia di Teramo Valter Catarra», commenta il capogruppo del Pd in Consiglio regionale, Sandro Mariani. «Un evento inaspettato che mi ha colpito profondamente. Di lui ho il ricordo di un uomo semplice e disponibile, vicino alla gente e ai valori del territorio. Ne è testimonianza il suo forte legame con Notaresco dove i cittadini lo hanno voluto sindaco per ben due volte. Alla sua famiglia va la mia vicinanza personale e quella dell’intero gruppo consiliare regionale del Partito Democratico».

«Non ho avuto molte occasioni di frequentazione con Valter Catarra», commenta invece il neo sindaco di Teramo, Gianguido D’Alberto. «Di lui mi ha colpito però, ogni volta che ci siamo visti, la disinvolta bonarietà, l’istintiva simpatia, la spontanea allegria. E’ difficile perciò, accettare senza un moto di incredulità che una persona così abbia trovato un destino tanto repentinamente avverso. E’ sempre stato sempre se stesso,  si è impegnato in politica con il medesimo abito mentale e comportamentale con cui stava tra amici e conoscenti».

Un messaggio di cordoglio arriva anche dalla Provincia di Teramo: «una perdita dolorosa, una persona che ha saputo attraversare esperienze pubbliche importanti, prima come Sindaco e poi come Presidente della Provincia, senza mai lasciasi affascinare dalle prerogative del ruolo: ha sempre preferito la parte istituzionale e amministrativa a quella politica affrontando i problemi e gli ostacoli con uno spiccato senso di umanità rifuggendo gli aspetti più conflittuali e controversi che pure il mondo della politica conosce. Alla moglie e alle figlie va il nostro più sincero cordoglio e quello di tutta la Provincia».