IL BANDO

Ops, due bandi per scegliere una persona che avevano sotto il naso

Scelto il coordinatore uscente

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

1021

Ops, due bandi per scegliere una persona che avevano sotto il naso

 CHIETI. Il bando travagliato alla Ops per l’individuazione del coordinatore tecnico/responsabile del servizio “Verifiche Impianti Termici” ha partorito l’incarico... al coordinatore tecnico in scadenza, Domenico Parente.

Una gran fatica, con tanto di doppio bando e qualche correzione in corsa, per scegliere qualcuno che la società a capitale interamente pubblico, in house providing della Provincia e del Comune di Chieti avevano già sotto il naso.

Almeno questa fatica avrà qualche ripercussione positiva sul lavoratore che vedrà almeno aumentarsi lo stipendio.

Il suo incarico, iniziato il 1° gennaio 2017 era in scadenza il 30 giugno scorso, ma due giorni prima ha firmato la dichiarazione di incompatibilità ed ha iniziato la nuova avventura.

Alla Ops, Parente, ex sindaco di Palena, ex amministratore della Esa srl libero professionista e consulente,  aveva lavorato anche dal 1999 al 2001 quando ricoprì l’incarico di direttore tecnico del progetto verifica impianti termici, tra le sue attività principali.

La graduatoria è stata pubblicata qualche giorno fa, non senza mugugni tra gli altri partecipanti perchè non era posta in evidenza ma solo nella sezione trasparenza, più difficile scovarla dunque.

L'incarico è di 6 mesi, prorogabili di ulteriori 6, con un compenso di  18.000 euro semestrali lordi. Quindi 36.000 euro annui, 22.500 euro annui in meno rispetto al primo bando, quello di maggio, annullato qualche giorno dopo la pubblicazione.

Nel nuovo bando, inoltre non si chiedeva più di dimostrare di avere esperienza nella validazione dei rapporti di prova, che era poi il “succo” dell'incarico da assegnare o per lo meno una discriminante professionale e curriculare importante.

Così se la modifica nelle intenzioni ha prodotto l'effetto di allargare il bacino di chi si è potuto candidarsi, nei fatti non è stata determinante perchè è stato scelto il coordinatore di ‘casa’.

La Ops oltre al curriculum del candidato non fa sapere in quanti si sono candidati nè c’è una griglia di valutazione.

Di sicuro il curriculum di Parente, 50 anni, originario di Palena, è uno di quelli importanti: laurea in Ingegneria con 110 e lode, iscritto all’albo degli Ingegneri da 23 anni, libero professionista, decine di corsi di aggiornamento, esperienze pregresse, relatore di convegni organizzati dalla Provincia di Chieti in tema di energia, direttore tecnico del servizio di ispezione degli impianti per la Regione Molise, per 10 anni referente e responsabile di commessa del servizio di ispezione degli impianti per la Provincia di Campobasso. Ha pure partecipato alla stesura della legge regionale 17/2007 che regola il settore delle ispezioni degli impianti termini in Abruzzo e alla numero 18 del 2015.

Nel suo curriculum cita anche interviste a vari giornali a tiratura nazionale (Panorama casa e Gt giornale del termoidraulico) e il ruolo di docente e tutor del corso Enea. Parallelamente anche la sua carriera politica che lo ha portato ad essere sindaco di Palena una decina di anni fa.