LA NUOVA SCUOLA

AAA cercasi immobile a Sulmona per l'ITC e ITG “De Nino – Morandi”

Almeno 1000 metri quadrati per trasferire gli alunni

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

47

Sulmona

L’AQUILA. La Provincia dell'Aquila ha pubblicato in data odierna, 9 luglio 2018, un avviso per la ricerca, in locazione, di un immobile in Sulmona da destinare a sede dell'istituto tecnico commerciale e per geometri “ A. De Nino – R. Morandi”. Ricordiamo che, attualmente, il Provveditorato alle Opere Pubbliche e l'ente incaricato di eseguire i lavori di consolidamento e messa in sicurezza dell'edificio scolastico, intervento che prevede una spesa pari a € 4.739.199,11. In attesa che questa azione possa essere realizzata, il Presidente della Provincia dell’Aquila Angelo Caruso con la collaborazione del consigliere delegato all'edilizia scolastica Gianluca Alfonsi e il consigliere Mauro Tirabassi, ha cercato sin dall'inizio della legislatura soluzioni finalizzate a riportare nella città di Sulmona l'intero distretto scolastico, momentaneamente dislocato presso l'ITI di Pratola Peligna, per restituire, a famiglie e studenti, certezze ma anche sicurezza.

La pubblicazione dell'avviso, che scade alle ore 12.00 del 10 agosto 2018, intende effettuare un'indagine di mercato finalizzata all'individuazione di un immobile, sito nella città di Sulmona, da acquisire in locazione passiva da destinare a sede del polo scolastico.

In particolare si cerca un unico immobile (non porzioni di più edifici), della superficie complessiva di 1000 metri quadrati, con spazi spazi esterni per attività ricreative, facilità di accesso da strade o piazze e la disponibilità del proprietario a rendere, a proprie spese, i locali idonei a ospitare almeno 200 alunni divisi in dieci classi, oltre gli spazi da destinare al personale docente e non docente.

La durata contrattuale è stabilita fino al 30 luglio 2021, data entro la quale la Provincia dovrebbe disporre della sede storica di via D'Andrea. Naturalmente, maggiori dettagli sono specificati nella pubblicazione del bando disponibile presso la sede della Provincia o nella sezione dell'albo pretorio on-line del sito dell'Ente.