SCUOLE

Giulianova, scuola via Mattarella: «nessun rischio amianto»

Arrivata super perizia sulla De Amicis

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

41

Giulianova, scuola via Mattarella: «nessun rischio amianto»

 

 

GIULIANOVA. Il sindaco Francesco Mastromauro e l'assessore ai Lavori pubblici Gian Luigi Core intervengono sulla questione amianto del pavimento della scuola dell'infanzia di via Mattarella, evidenziando la sostanziale assenza di rischi.
«Intanto va subito detto – dichiarano sindaco e assessore - che per noi la sicurezza è fondamentale, per cui mai abbiamo sottovalutato ogni possibile rischio. Come dimostrano le misure adottate per innalzare il livello di coefficiente antisismico delle scuole pur essendo Giulianova in zona 3, quindi a basso rischio tellurico. Il primo campionamento per accertare la presenza di amianto nella pavimentazione della scuola di via Mattarella, escluso tuttavia da un censimento effettuato dalla Regione Abruzzo nel 2007, è stato effettuato il 9 febbraio raccogliendo la segnalazione del RSPP ing. Chiarini, per il quale poteva ipotizzarsi la pavimentazione in vinilamianto in quanto l'edificio era stato realizzato nel 1983, in un periodo cioè in cui quel materiale era molto utilizzato in edifici pubblici, compresi gli ospedali.   Il successivo monitoraggio delle fibre aereodisperse unitamente alla Valutazione dello stato di conservazione della pavimentazione, affidate dall'Ufficio ambiente del Comune al laboratorio Greenlab Group s.r.l. e da questa approntata il 24 aprile ma acquisita dal Comune due giorni dopo, hanno evidenziato valori di concentrazione delle fibre davvero minimi, molto al di sotto del valore limite indicato dal decreto ministeriale 6 febbraio 1994. I risultati analitici, infatti, oscillano tra il 2 e il 3.03 su un valore di riferimento che è 20. Nonostante ciò, per massima cautela», proseguono Mastromauro e Core, «si è deciso egualmente di intervenire approntando in tempi rapidi un piano per la rimozione e la bonifica della pavimentazione vinilica per cui ci siamo trovati nella necessità di reperire la relativa somma, pari a 37.000 euro, che non era stata preventivata differentemente da quella a disposizione per i lavori già programmati ed appaltati relativi all'adeguamento antincendio della scuola».

 



SCUOLA “DE AMICIS”, LA SUPER PERIZIA

Il sindaco di Giulianova Francesco Mastromauro ha illustrato in Sala consiliare alla dirigente scolastica Carmen Di Odoardo, ai consiglieri comunali, ai rappresentanti del Consiglio d'istituto ed al Comitato dei genitori, la relazione sulla scuola “De Amicis” del superesperto Claudio Modena, ingegnere e professore ordinario di Tecnica delle Costruzioni dell’Università di Padova, per dirimere la questione del contrasto tra la perizia dei consulenti tecnici della Procura della Repubblica e quella del progettista, l'ingegner Ernesto Martegiani.
«Il primo e principale risultato, perché è quello necessario per rassicurare gli alunni, gli insegnanti e il personale amministrativo operante nella scuola , dichiara il sindaco, «che la “De Amicis” è idonea all'uso scolastico. Vuol dire insomma che, contrariamente alle perizie dei consulenti della Procura, l'edificio è sicuro per cui può continuare a svolgere le sue funzioni. Una affermazione tranquillizzante per tutti noi e alla quale il prof. Modena è giunto grazie ad analisi assai puntuali e rigorose non solo effettuando nuove verifiche, ma addirittura integrandole con le osservazioni dei consulenti della Procura. I lavori effettuati sul plesso nel 2016 e nel 2017 hanno infatti consentito, secondo il prof. Modena, di raggiungere un indice di 0,7 secondo i parametri del 2008. Applicando invece quelli recentissimi del 2018, l'indice è comunque superiore allo 0.6. In entrambi i casi si tratta di coefficiente adeguati e che consentono alla De Amicis di essere annoverata tra le scuole sicure dal momento che le norme introdotte quest'anno definiscono tali quegli edifici che raggiungono un coefficiente di almeno lo 0.6»