IL PROGETTO

Via Caduti per Servizio, arriva la piazza anti degrado

Sorgerà tra gli alloggi popolari

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

144

Via Caduti per Servizio, arriva la piazza anti degrado

 

 

 

 

PESCARA. Incontro pubblico nella sede dell’associazione Insieme per Fontanelle in via Caduti per Servizio in occasione della conferenza di presentazione del progetto di riqualificazione per la zona, previsto dal Bando delle periferie.

Tutto l’insieme degli elaborati ricompresi nell’intervento del Comune di Pescara aggiudicatario dei 18 milioni di euro della Presidenza del Consiglio, è stato presentato lo scorso 8 giugno, a breve sarà disponibile il 20 per cento dell’importo che potrà essere impiegato subito per avviare i lavori.

Alla conferenza, in cui è stato illustrato il progetto inerente specificamente un’area ricompresa fra gli alloggi popolari di via Caduti Per Servizio, hanno  partecipato il sindaco Marco Alessandrini, il vicesindaco e assessore ai Lavori Pubblici Antonio Blasioli, l’assessore alla Riqualificazione delle Periferie Giacomo Cuzzi, il progettista Michelino Rossi, il consigliere Tonino Natarellie Nello Raspadell’associazione Insieme per Fontanelle e i cittadini residenti.

 

«Sono consapevole che la periferia sia stata ignorata per anni e che l’annuncio di progetti imminenti venga accolto con scetticismo – così il sindaco Marco Alessandrini– ma noi stiamo facendo sul serio: non solo abbiamo puntato i progetti su questa zona della città, ma abbiamo già il placet per i fondi e presto ne potremo utilizzare una parte. Condivideremo passo per passo tutte le fasi di realizzazione dei vari interventi, come abbiamo fatto fino ad oggi e a partire da questo che decollerà in autunno, perché è già un progetto esecutivo. E’ un intervento che esiste, che succede e che verrà perché qualcuno lo ha voluto e perché il governo dell’ex premier Renzi ci ha messo i fondi».

 

«Entro l’autunno vedremo avviare questo lavoro ed entro 15 giorni saremo di nuovo qui per dare l’avvio ai lavori dell’ultimo lotto della palestra, affidati alla ditta Di Carmine che la completerà con la recinzione esterna, cosa che renderà fruibile l’intero complesso – aggiunge il vicesindaco e assessore ai Lavori Pubblici Antonio Blasioli- Ciò significa portare vita e attività in questo quartiere che non deve essere vissuto come un ghetto».

 

IL BANDO DELLE PERIFERIE

Il bando delle periferie prevede qui tre grandi progetti: ci saranno gli alloggi Ater per disabili, un intervento da 1.800.000 di euro che renderà vivibili gli spazi dei piani terra togliendoli al degrado e alle attività poco lecite, con altri 100.000 saranno resi agibili locali già realizzati, in modo da sdoganare tutti gli altri spazi a piano terra dove apriranno esercizi commerciali e luoghi di aggregazione; con 500.000 euro, infine, realizzeremo una piazza proprio fra queste case, creando un luogo che serve per socializzare, vincere il degrado e riqualificare.

Tutti i progetti del Bando danno priorità alla socializzazione e mobilità sostenibile, ci sono 18 milioni di euro di lavori, a giorni si dovranno  avviare le gare, così per i progetti già esecutivi come questo si può iniziare già a fine novembre.

 

LA PIAZZA

La piazza nascerà nella zona del parcheggio, che con delle mattonelle colorate e il marmo bianco di Carrara del Tribunale diventerà un luogo diverso da quello che c’è oggi con giochi disegnati a terra per i bimbi e una seduta lunga che mette in sicurezza questo spazio che diverrà inaccessibile alle auto.

Ci saranno panchine e arredi, ci saranno degli alberi 6 robinie rosse e 9 magnolie bianche, saranno realizzati i parcheggi, tre isole ecologiche per non far vedere i cassonetti e creare zone dove conferire i rifiuti più ordinate e pulite, poi, passaggi pedonali, nuova illuminazione e telecamere per la sicurezza.

Sarà completata anche la parte sportiva, con un campo di calcio a 5 che nascerà dietro alla palestra.Arriverà anche una pista ciclabile, importante per poter accedere ai fondi per la mobilità sostenibile e anche per collegare quello che sarà un polo sportivo con la pista che già esiste e collega Pescara a  San Giovanni Teatino.

E’ un progetto di 500.000 euro, ci saranno dei ribassi di certo e queste ulteriori risorse saranno usate per apportare delle migliorie da decidere insieme alla popolazione.