DOPO LA TEMPESTA

Maltempo Lanciano, stimati 1 mln di euro di danni

Fino al 2 luglio il Comune accetta le schede per richiesta danni da nubifragio

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

200

Maltempo Lanciano, stimati 1 mln di euro di danni

 

LANCIANO. Il sindaco di lanciano Mario Pupillo e l'assessore ai Lavori Pubblici Giacinto Verna informano la cittadinanza che da oggi e' possibile compilare e presentare le schede (pdf in allegato) per la richiesta dei danni al patrimonio edilizio privato (scheda B) ed alle attivita' produttive ed economiche (scheda C) causati dal nubifragio eccezionale di venerdi' 22 giugno.

La documentazione verra' inoltrata, insieme a quella relativa al patrimonio pubblico del Comune di Lanciano, al Presidente della Regione Abruzzo per la richiesta di dichiarazione dello stato di emergenza alla Presidenza del Consiglio dei Ministri. Le schede vanno presentate al Comune di Lanciano entro le ore 13 di lunedi' 2 luglio.

 

Da oggi si procederà alla valutazione dei danni per rappresentare al presidente della Regione Abruzzo Luciano D'Alfonso la necessità di richiedere alla Presidenza del Consiglio dei ministri la dichiarazione dello stato di emergenza.

Il violento acquazzone di venerdì scorso ha sollevato auto nei vicoli del centro storico e imprigionato vetture nei sottopassi.

Allagati abitazioni e negozi, alcuni dei quali oggi chiusi.

«Non registriamo danni a edifici pubblici e scuole - dice il vicesindaco Giacinto Verna, con delega ai Lavori Pubblici, ma pesanti danni alla viabilità con asfalto divelti e smottamenti».

Danni anche alla rete fognaria e idrica.

«Anche oggi continueremo a monitorare tutto il territorio - aggiunge Verna - con la collaborazione della nostra Polizia Municipale e dei nostri uffici tecnici. Ringrazio tutte le forze dell'ordine che ieri sera hanno svolto un grande lavoro, gli instancabili vigili del fuoco instancabili e la protezione civile».