MORTI SUL LAVORO

LFoundry, nessuna spiegazione sull’incidente mortale: dichiarato lo sciopero

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

224

LFoundry si aggiudica appalto sensori per Infn

 

AVEZZANO. Una caduta nel vuoto da 10 metri di altezza.

 

Ieri pomeriggio un operaio siciliano, di 50 anni, ha perso l'equilibrio ed è caduto da un lucernario della LFoundry, fabbrica di semiconduttori situata ad Avezzano.

L'uomo, dipendente di una ditta di impianti tecnologici di Cesena, è stato soccorso dall'eliambulanza del 118 e trasportato presso l'ospedale dell'Aquila.

La vittima però è spirata in ospedale qualche ora dopo.

Sul posto sono intervenuti gli agenti del commissariato di polizia di Avezzano che stanno svolgendo indagini per chiarire la dinamica dell'incidente.

Ma per ora nulla è emerso nè la ditta ha comunicato dettagli.

 

 

«All’interno della più grande fabbrica della Provincia dell’Aquila, si è verificato un gravissimo incidente, del quale, ancora non si conosce la dinamica precisa e, sul quale, fino a questo momento, né la Società datrice di lavoro, né la committente LFoundry, hanno fornito informazioni», attacca Antonello Tangredi, FIM-CISL Abruzzo e Molise.

«Abbiamo sempre stigmatizzato la questione sicurezza, facendone un caposaldo delle Sue rivendicazioni a tutela dei lavoratori, soprattutto verso quelli che, di tutele ne hanno poche, come si riscontra sempre più spesso nel mondo degli appalti e del precariato in generale».

 

Per protesta lo stesso sindacato insieme alla Fiom hanno proclamato 2 ore di sciopero per oggi dalle ore 15.00 alle ore 17.00 per i lavoratori giornalieri con presidio sindacale davanti ai cancelli; dalle ore 18.00 alle ore 20.00 per i turnisti diurni; dalle ore 06.00 alle 08.00 per i turnisti notturni smontanti alle 08.00 del 22.06.18.