BASCIANO

Comune finanzia progetto di consiglieri di maggioranza, nessun abuso d’ufficio

Inchiesta archiviata dopo esposto della minoranza

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

144

Comune finanzia progetto di consiglieri di maggioranza, nessun abuso d’ufficio

BASCIANO. A Basciano un esposto dei consiglieri di minoranza per presunte irregolarità dell’Amministrazione si conclude con l’archiviazione: la Procura della Repubblica riconosce il perseguimento dell’Interesse Pubblico.

E’ il sindaco di Basciano Alessandro Frattaroli a comunicarlo dopo essere stato informato della archiviazione dai Consiglieri di maggioranza, finiti sotto inchiesta a seguito di un esposto dei consiglieri di minoranza Paolo Paolini, Massimo Varani e Francesco Ruggieri.

«Nell’ottobre 2017 i Consiglieri di minoranza avevano presentato un esposto alla Procura della Repubblica, alla Prefettura di Teramo e alla Corte dei Conti Abruzzo segnalando irregolarità per aver finanziato un progetto di Colonia Marina dei Minori dell’Asd Zampitto; gli esponenti lamentavano presunti interessi perché alcuni dei componenti della maggioranza erano anche soci dell’associazione stessa che aveva presentato il progetto finanziato; inoltre lamentavano che tale decisione fosse uno sperpero di risorse pubbliche».

L’archiviazione richiesta dal pm Laura Colica, disposta dal G.I.P., non lascia spazio ad interpretazioni; in merito ad eventuali abusi d’ufficio riferiva, il pm che se da un lato gli indagati erano soci dell’Asd Zampitto ed amministratori:

«dall’altro è importante evidenziare che la associazione sportiva è priva di lucro, l’associarsi a detta associazione non attribuisce poteri direttivi né utili ed è un atto finalizzato solo a poter usufruire dei campi sportivi e strutture sportive come liberi utenti (acquistando una tessera come peraltro hanno fatto 260 soci di detta associazione sportiva…)….; delibere che hanno peraltro realizzato un interesse pubblico con risparmio di spesa rispetto all’anno precedente. Ad abundantiam possiamo rilevare poi che non vi sono neppure cause di incompatibilità per i consiglieri comunali e assessori previste per legge nel caso di specie e si può aggiungere che le indagini svolte hanno appurato che la ASD Zampitto non ha ricavato un profitto, ma ha anzi sostenuto maggiori spese rispetto a quanto avuto come contributi».

«La Squadra Mobile di Teramo delegata alle indagini e la Procura hanno quindi certificato il corretto operato dell’amministrazione, addirittura complimentandosi», commenta il sindaco Frattaroli.

«Voglio ringraziare chi ha condotto le indagini dimostrando un comportamento ed una professionalità irreprensibili; resta, però il rammarico per il tempo che il sottoscritto e dipendenti Pubblici hanno dovuto dedicare alla ricerca di informazioni e documenti richiesti, tempo che poteva essere dedicato ad attività più importanti per la comunità: di questo dovrebbero chiedere scusa i denuncianti all’intera cittadinanza. Dispiace inoltre per i Consiglieri Comunali di maggioranza coinvolti dall’esposto per il solo fatto di essere tesserati di un’associazione sportiva del territorio, come, peraltro, lo sono io e molti altri nel Comune di Basciano, espressione di appartenenza alla comunità».

La denuncia dei Consiglieri di minoranza aveva interessato in prima persona il Prefetto: mesi di indagini che hanno prodotto 380 pagine in atti, accertando che l’attività amministrativa del Comune di Basciano era volta solo all’Interesse Pubblico.

Continua il sindaco Frattaroli: «purtroppo a Basciano annoveriamo pagine anonime Facebook, che anonime alla fine non sono, nate l’indomani della mia elezione per diffamare questa maggioranza, falsi profili e addirittura false identità con lo scopo di effettuare numerosi esposti alla Procura aventi ad oggetto la mia sfera Amministrativa al fine di intimidirne l’attività. Ció ha sortito, però, l’effetto contrario: ossia, la certificazione da parte degli organi giudiziari della correttezza del nostro operato. Numerosi esposti da cui naturalmente l’Amministrazione è sempre uscita pulita: con piacere ringrazio chi, con questa sorta di stalking giudiziario nei confronti dell’amministrazione di Basciano, ha permesso la certificazione di un operato giusto. Un ringraziamento infine a chi si è adoperato, lo scorso anno, per lo svolgimento della colonia marina e naturalmente l’Asd Zampitto che ha utilizzato risorse proprie per offrire un progetto di elevata qualità ma che, ingiustamente, è stata anche oggetto di un’indagine che ha solo confermato il giusto esercizio».