IL FATTO

Asm L’Aquila, approvato bilancio. «Nessun aumento dal 2013»

Accantonati 170 mila euro per rischi futuri

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

38

Asm L’Aquila, approvato bilancio. «Nessun aumento dal 2013»

 

 

ABRUZZO. Ieri l’assemblea dei soci ASM S.p.A. ha approvato il bilancio chiuso al 31 dicembre 2017 che rileva un utile d’esercizio pari ad euro 14.996, pagate le imposte, e di euro 100.382, prima delle stesse imposte.

Inoltre, 170.000 Euro sono stati accantonati in un fondo per rischi futuri. Aggiunta tale somma a quella già accantonata nell’esercizio precedente oggi l’ASM ha “da parte” circa 200.000 Euro per far fronte ad eventuali difficoltà.
«Negli ultimi anni ASM S.p.A. è stata oggetto di un profondo e radicale cambiamento sul fronte organizzativo e strutturale», spiega l’amministratore unico Francesco Rosettini, «soprattutto sotto il profilo della gestione delle risorse umane, del contenimento dei costi e dell’attenzione alla fornitura di servizi di Igiene Urbana senza però generare squilibri (perdite) di Bilancio. Infatti - dopo anni in cui l’ASM si è trovata in oggettiva difficoltà economica e finanziaria – quello approvato oggi è il terzo bilancio chiuso positivamente e l’Azienda non ha più debiti consolidati».

Ciò senza aumentare i costi del servizio che è rimasto invariato dal 2013, pur dovendo considerare gli aumenti del contratto nazionale di lavoro, la crescita generale dei costi dei beni di consumo e l’impegno di risorse economiche e finanziarie impiegate da Asm per l’ampliamento del servizio di raccolta differenziata porta a porta.
Da considerare anche che il costo medio pro capite per lo svolgimento del servizio di igiene urbana della Città dell’Aquila è nettamente inferiore alla media registrata per i Comuni con numero abitanti superiore a 50.000 e ricompresi nella Macro Area Centro Italia, fa notare ancora Rosettini. Sebbene il Comune di L’Aquila abbia con i suoi 473 km/q una della maggiori superfici in Italia per estensione territoriale, il costo medio per abitante si attesta pienamente sotto le medie nazionali.