LA TRATTATIVA

Facoltà di giurisprudenza ad Avezzano: il Comune tratta con l’Università

In 14 anni pagati 8mln di euro. Ora che si fa?

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

166

Facoltà di giurisprudenza ad Avezzano: il Comune tratta con l’Università

 

AVEZZANO. La sede avezzanese della facoltà di Giurisprudenza è a rischio. Oggi si è tenuto un incontro in Comune tra il Sindaco, Gabriele De Angelis, ed il nuovo Rettore dell’Università di Teramo, prof.Dino Mastrocola.

 

Durante l’incontro tra Comune ed Università sono state valutate diverse opportunità di rilancio del Corso di Laurea di Avezzano, ivi compresa la possibilità di ampliare e potenziare l’offerta universitaria nella Marsica, aprendo percorsi formativi nel settore delle biotecnologie agrarie, del diritto agroalimentare e della criminologia applicata, avviando quindi un confronto con tutti gli attori del territorio.

 

Una necessità più che un vezzo visto che in 14 anni il Comune ha pagato ben 8mln di euro e abbandonare ora rischierebbe di buttare all’aria quanto fatto fino ad ora e magari vanificare una spesa ingente per un comune come quello di Avezzano.

Nell’ottica di approfondire la possibilità di una rinnovata collaborazione, il Sindaco ed il Rettore hanno deciso di avviare un tavolo tecnico che valuti la sostenibilità tecnica, economica e normativa di ogni opzione di sviluppo discussa nel corso della riunione. Condivisa la necessità di reperire nuovi locali da mettere a disposizione dell’Ateneo, per risolvere annosi problemi logistici e favorire l’attrattività e la ricettività. Gli spazi all’interno del complesso dell’ex Arssa non saranno purtroppo disponibili prima di 3 o 4 anni, per tempi tecnici necessari e non comprimibili, e questo impone la ricerca di soluzioni temporanee per dare una migliore logistica all’Università.

«Ho apprezzato la visita del nuovo Rettore – esordisce il Sindaco – che ha avvertito l’immediata esigenza di aprire un tavolo di confronto con l’Amministrazione comunale sul futuro della Facoltà di Giurisprudenza. Abbiamo convenuto sulla necessità di avviare una riflessione concreta sul futuro della Facoltà: il Comune, è cosa nota, ha sostenuto un costo di oltre 8milioni di euro in 14 anni per tenere ad Avezzano un corso di laurea Magistrale in discipline giuridiche che registra, a fronte di costi elevati e certi, benefici incerti per il territorio, pure considerato il continuo calo nel numero degli iscritti».

 

 

«Non appena elaborata, in primis dall’Università, una proposta di effettivo rilancio resta mia ferma intenzione - conclude il Sindaco – aprire un pubblico dibattito sull'argomento in sede di Urban Center, perché è la Città che deve valutare i costi-benefici connessi alla presenza dell'Università di Teramo, dobbiamo registrare le opinioni di favorevoli e contrari e pervenire insieme ad una valutazione oggettiva e definitiva sulla questione».