IN COMUNE

Comune Pescara: entro la fine dell'anno parte la riscossione in house

Sì del consiglio comunale anche a rendiconto 2017

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

321

Comune Pescara: entro la fine dell'anno parte la riscossione in house

 

PESCARA. Il Consiglio comunale di Pescara ha approvato il rendiconto 2017 e lo studio di fattibilità del modello di gestione dell'intero ciclo della riscossione di tutte le entrate, mediante un soggetto con affidamento in-house.

«Una giornata positiva - è stato il commento dell'assessore alle finanze Giuliano Diodati - che da una parte ci consente di continuare positivamente il cammino di riequilibrio economico-finanziario dell'Ente e dall'altra di modernizzare e migliorare la riscossione delle entrate con l'obiettivo di ridurre il carico procapite tributario dei cittadini».

Per quanto riguarda il consuntivo, l'assessore sottolinea in una nota che la quota di avanzo destinabile agli investimenti è pari a 4,5 mln, «che verranno investiti sulla manutenzione della città, non abbiamo prodotto interessi passivi, vista anche l'impossibilità di contrarre nuovi mutui e per quanto riguarda la cassa partiamo da un fondo al 1 gennaio 2017 di 11.917.882 e chiudiamo con l'importo di 9.847.165 euro; ci preme inoltre sottolineare che anche nel 2017 l'Ente non ha fatto ricorso all' anticipazione di Tesoreria».

«E' un consuntivo - è un altro passaggio della nota - di un Ente che ha lavorato bene per tornare in rotta e guardare al futuro, investendo sulle priorità capaci di modernizzarne l'azione amministrativa. E, a questo proposito è importantissima anche l'approvazione dello studio di fattibilità del modello di gestione dell'intero ciclo della riscossione di tutte le entrate attraverso un soggetto con affidamento in-house che ci consentirà di ottimizzare ed economizzare tutte le fasi di riscossione. Entro settembre contiamo di approvare l'affidamento in-house per iniziare l'attività entro fine anno».