TERREMOTI

Adeguamento sismico, il Comune di Pescara chiede soldi alla Regione

Lavori probabili per 4 plessi

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

116

Adeguamento sismico, il Comune di Pescara chiede soldi alla Regione

Media Michetti

 

PESCARA. Il Comune di Pescara chiederà alla Regione Abruzzo fondi per circa 6,5 mln di euro a fronte delle verifiche della vulnerabilità sismica e ai continui sopralluoghi negli edifici di competenza comunale per eseguire lavori di adeguamento sismico in quattro plessi.

 

Primaria Don Milani, via Sacco.

Il fabbricato oggetto delle verifiche tecniche, risale ai primi anni 60 ed è composto da unico corpo di fabbrica con annesso un piccolo corpo aggiunto che ospita l’ascensore, realizzato successivamente alla costruzione del fabbricato principale. Interverremo per renderla più sicura dal punto di vista sismico e strutturale (travi, soffitti e pilastri), con l’adegueranno alle normative antincendio, di sicurezza e degli impianti elettrici e termici, come richiedono le leggi vigenti in materia.

Intervento per un importo di 1.010.000 euro.

 

 

Scuola media Antonelli.

L’immobile è anch’esso risalente agli anni ’60, e l’intervento previsto è più massiccio sia strutturale che sulla sicurezza antincendio, anche se la scuola rientra nelle attività soggette ai controlli Vigili del Fuoco (secondo il DPR 151.2011) e possiede un regolare certificato di prevenzione incendi. Tuttavia per esigenze logistiche e operative si ritengono necessari interventi di miglioria delle attuali condizioni di sicurezza. Oltre all’adeguamento sismico occorrerà prevedere l’adeguamento geometrico del giunto sismico tra i vari corpi di fabbrica.

Dovranno essere inoltre realizzati interventi sugli elementi strutturali sismo resistenti, travi e pilastri, soffitti, in grado di incrementarne resistenza e duttilità per un totale stimato a 2.310.000 euro.

 

Primaria Rodari e Andersen in via Salara Vecchia.

L’edificio sede della scuola elementare e dell’infanzia “Rodari Andersen” è stato realizzato tra gli anni 60 e 70 e completato con un ampliamento alla fine degli anni ‘80; si colloca in un’altra area sensibile, qual è quella fra San Donato e la Tiburtina e anche qui si interverrà sugli elementi strutturali sismo resistenti (travi, pilastri e soffitti) in grado di incrementare resistenza e duttilità del plesso, nonché su sicurezza, antincendio e impianti per un ammontare in lavori pari a 1.850.000 euro.

 

 

Primaria Michetti, via del Circuito.

Sulla scuola sono già stati compiuti interventi di manutenzione a causa dei danni del maltempo, ora sarà resa più sicura e rispondente a tutte le normative sulla sicurezza, impianti e vulnerabilità sismica con una manutenzione e adeguamento anche qui ad ampio raggio, strutturale e di contorno per un ammontare di 1.300.000 euro.

 

«Una volta ottenute le risorse», ha spiegato l’assessore Cuzzi, «risultato che auspichiamo al più presto, vista l’attenzione che la Regione sta dedicando a queste problematiche, ci attiveremo per la stesura dei progetti esecutivi e per cantierare i primi interventi a partire dal prossimo anno».