RIFIUTI

Discarica “Trasolero”, al Comune di Capistrello 368 mila euro dalla Regione

Il sito al centro di attenzione per procedura infrazione comunitaria

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

90

Discarica “Trasolero”, al Comune di Capistrello 368 mila euro dalla Regione

CAPISTRELLO. L’amministrazione Ciciotti, dopo 10 lunghi anni di attesa, chiude definitivamente la questione sulla discarica “Trasolero”, da molti anni al centro di attenzione per la procedura di infrazione comunitaria.

Grande soddisfazione per il Comune, per la società che gestiva l’impianto di smaltimento e le associazioni ambientali  locali. E’ stata sottoscritta dal primo cittadino, Francesco Ciciotti, e dal dirigente del servizio gestione dei rifiuti della Regione Abruzzo, Franco Gerardini, la convenzione con cui vengono concessi al Comune di Capistrello 368 mila euro di fondi per la sistemazione e messa in sicurezza  del sito.

C’era anche la discarica “Trasolero”, infatti, tra gli impianti non a norma per i quali la Regione era finita nel mirino dell’Unione Europea e per i quali arrivò una sanzione di ben 13 milioni di euro.


Ora, grazie ad un progetto presentato dal Comune attraverso la Segen nel luglio 2016, finalmente si porterà a termine il completamento del ritombamento e messa in sicurezza della discarica.  


«Il finanziamento regionale - ha dichiarato il sindaco Ciciotti - servirà a mettere fine a quello che da oltre dieci anni costituisce un grave problema ambientale per la comunità. Come Amministrazione avevamo già stanziato in bilancio le somme necessarie per la chiusura della discarica che ora, però, potremo investire in altre iniziative necessarie per la crescita del territorio. Un ringraziamento a tutti i componenti della mia squadra che si sono prodigati per ottenere il finanziamento del progetto. Se siamo riusciti ad ottenere tutte le necessarie e doverose autorizzazioni dagli enti competenti è solo grazie al loro lavoro. Una sinergia che, inutile dirlo, premia sempre. Un grazie va anche alla Segen Spa per l’impegno e la professionalità dimostrata nella preparazione del progetto e per la fattiva collaborazione nella gestione delle attività amministrative e burocratiche necessarie per raggiungere l’obiettivo».


«Il nostro impegno - ha concluso Ciciotti - era restituire alla comunità un ambiente migliore di quello che abbiamo trovato. La chiusura della discarica Trasolero è sicuramente un passo importante in tal senso».