E' FATTA

Sasi, il presidente Basterebbe dà il benvenuto ai 67 neo assunti

E per la prima volta l’azienda ha un dirigente donna: è Manuela Carlucci

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

376

Il concorso ‘ristretto’ alla Sasi per 67 nuove assunzioni

Gianfranco Basterebbe


LANCIANO. Giornata di emozioni oggi durante l'incontro fortemente voluto dal presidente della Sasi Gianfranco Basterebbe che  ha salutato e dato il benvenuto ai 67 lavoratori che da oggi - tra sorrisi, applausi, abbracci e strette di mano – hanno preso servizio.

«Dopo anni di attesa, hanno visto finalmente riconosciute le proprie competenze», si legge in una nota ufficiale dell’azienda .

«Da questa mattina svolgeranno il loro compito in una nuova veste. Questo percorso come sapete non è stato semplice, ma insidioso, e con molti ostacoli che abbiamo superato con pazienza, determinazione e soprattutto con la consapevolezza di essere sulla strada giusta»,  ha sottolineato il presidente. «Oggi tutti voi avete sottoscritto un contratto di lavoro a tempo determinato» ha detto Basterebbe rivolgendosi all'attenta e silenziosa platea – «non era ciò che volevamo, l'azienda ha un bisogno strutturale di personale e noi abbiamo pubblicato una selezione per assunzione a tempo indeterminato. Purtroppo l'uscita del decreto attuativo della legge Madia a dicembre scorso, ha reso impossibile le assunzioni a tempo indeterminato per la nostra società e per tutte le partecipate pubbliche fino al 30 giugno 2018. Adesso non ci resta che aspettare e vedere come evolverà la normativa e valutare bene i nostri successivi passi – ha precisato – E' chiaro che gli intoppi procedurali e le insensate e pretestuose strumentalizzazioni politiche non ci hanno aiutato e non escludo che qualcuno per guadagnare un po' di spazio su giornali e web, continui a puntare il dito contro di noi. Ognuno di voi – ha aggiunto – è il testimone di quanto la procedura di selezione sia stata trasparente, equa e corretta. Le caratteristiche richieste, erano quelle utili a definire figure necessarie per la prosecuzione delle attività aziendali. Abbiamo cercato di non buttare al macero le esperienze maturate, di non ignorare il destino di oltre 60 famiglie e allo stesso tempo di rispettare la legge con una selezione seria, con prove pubbliche e oggettive».



LA TRASPARENZA

Il Presidente Gianfranco Basterebbe ci ha tenuto  a rimarcare ancora una volta «la trasparenza, la correttezza»  di una selezione che ha definito «vera» e si è detto rammaricato per chi non ce l'ha fatta.

Il presidente ha ribadito anche il ruolo della Sasi, un'azienda che offre ai propri utenti il bene più prezioso, l'acqua e dunque il servizio deve essere reso nel miglior modo possibile, con efficienza e professionalità.

«L'impegno che questo Cda si è prefisso è quello di traghettare questa società verso un futuro di modernità, efficienza e qualità. Un percorso che non è facile ma non è impossibile».



IL CONTENZIOSO CON L’ACEA

Basterebbe nel suo articolato intervento ha ricordato anche il contenzioso con l'Acea non senza puntualizzare il lavoro che si sta facendo per giungere a una soluzione che non penalizzi troppo la Sasi. Ha annunciato l'inserimento del direttore generale, individuato attraverso un'accurata selezione. Ha ringraziato il «prezioso e concreto» contributo della vice presidente Paola Tosti e ha dato pure la notizia di un altro «nuovo e meritato incarico», quello di direttore commerciale a Manuela Carlucci.

«Per la prima volta una donna ricopre in Sasi un ruolo dirigenziale e questo è un fatto non trascurabile, è un altro segnale di un vero cambio di passo».