IL COLPO

Rapina al Lidl all’ora di chiusura: dopo la caccia all’uomo arrestati in due

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

3933

Furto e fuga nella notte, speronano auto polizia: un fuggitivo bloccato


PESCARA. Armati di pistola mettono a segno una rapina in un supermercato. Sono poi stati arrestati in flagranza dalla Polizia di Stato.

Si tratta di N.W. nato nel 1973 nel napoletano, domiciliato a Pescara, incensurato, e di C.F. nato nel 1970 nel casertano, residente a Francavilla al Mare (CH), pregiudicato.

E’ successo ieri sera dopo che era stata lanciata la richiesta di soccorso intorno alle 21 i due, armati di una pistola, avevano consumato una rapina al Lidl di via Colle Renazzo, riuscendo a prelevare 2.500 euro in contanti, per poi fuggire a bordo di una autovettura modello Colt Mitsubishi.

tempestivamente l'auto con uno dei rapinatori a bordo consentendo così l'arresto anche del secondo complice poco dopo da parte della Squadra Mobile e della Volante


Pochi minuti dopo, l’autovettura è stata intercettata da una  pattuglia della Polizia Stradale che è riuscita a bloccare in via Tirino, con a bordo il solo N.W. che ammetteva le sue responsabilità, confessando di aver fatto da “palo” rimanendo all’esterno del supermercato, e poi ha fornito  indicazioni per risalire al suo complice, l’autore materiale della rapina.

Grazie a tali indicazioni C.F. veniva rintracciato subito dopo da pattuglie della volante e della Squadra Mobile in un appartamento di via Aldo Moro, venendo anche riconosciuto quale autore della rapina da una dipendente del supermercato.

Il N.W., che ha reso piena confessione ribadendola in presenza del legale, incensurato, è  agli arresti domiciliari, mentre C.F. è recluso presso la locale Casa Circondariale.

Al momento non sono stati rinvenuti né il bottino, né l’arma che, verosimilmente, sono stati occultati da C.F. poco prima del suo arresto.