IL FATTO

Sorprende la moglie con l’amante e scatta il parapiglia: feriti ed un arresto

Nei guai un operaio di 49 anni  

Redazione PdN

Reporter:

Redazione PdN

Letture:

4794

Aggredisce moglie e carabinieri intervenuti, arrestato

AVEZZANO. Trova la moglie con l'amante e lo accoltella, poi aggredisce la donna con calci e pugni. I carabinieri della stazione di Cerchio (L'Aquila), hanno arrestato un operaio di 49 anni, di Avezzano, con l'accusa di lesioni e violazione di domicilio. Secondo la ricostruzione dei fatti, l'uomo, intuendo che nell'appartamento dell’amante fosse presente anche la consorte, non ha esitato a sfondare la porta. Una volta dentro ha infierito sui due amanti, che hanno dovuto fare ricorso alle cure dei medici del pronto soccorso.


Si terrà nella mattinata di venerdì, 23 marzo, davanti al giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Avezzano, la convalida d'arresto dell'operaio.

«Il nostro assistito - dicono i legali dell'uomo, Gianluca Onnembo e Maria Luisa Cianfaglione - è stato aggredito dai due riportando un trauma fisico. Nella colluttazione, l'uomo, accidentalmente, si è ferito con il coltello in possesso del nostro cliente, il quale, nell'immediatezza, ha cercato di aiutarlo; non vi è mai stata l'intenzione di aggredire o ferire qualcuno - concludono gli avvocati - e ciò risulta chiaramente dalla ferita riportata dall'altro uomo e dal fatto che non ha mai tentato di fuggire e ha atteso l'arrivo dei carabinieri».

Diversa è la ricostruzione dei militari, coordinati dal Capitano Pietro Fiano, che nel frattempo hanno rinvenuto il coltello vicino l'abitazione nella quale è accaduto il fatto. Le ferite riportate dal nuovo compagno della donna sono state giudicate guaribili in 8 giorni.